maglie Premier League 2016-2017

Mancano ormai solo pochi giorni all’inizio della Premier League 2016-2017, un torneo che in questa stagione si prospetta ancora più competitivo grazie alle varie operazioni di calciomercato che hanno coinvolto i principali club. In attesa di vederle nelle gare ufficiali, possiamo così iniziare a farci un’idea delle divise delle varie squadre.

Puma, sponsor tecnico dell’Arsenal, ha cercato di unire tradizione e innovazione nella progettazione dei tre kit che saranno indossati dagli uomini di Wenger. La maglia home si ispira a quella indossata negli anni novanta, ma con la presenza di una bordatura verticale di colore rosso scuro al centro.

 

Anche nella nuova stagione i kit del Bournemouth sono stati realizzati da JD Sport. La maglia home si caratterizza per un design classico, mentre la seconda e la terza appaiono più innovative e sono rispettivamente in azzurro e in giallo.

 

Sia il kit di casa sia quello da utilizzare per le gare in trasferta del Burnley si caratterizzano per un design pulito ed essenziale. Lo sponsor tecnico Puma ha deciso di puntare rispettivamente su un color vinaccia e sull’azzurro.

Una delle formazioni favorite per la vittoria della Premier League sarà invece il Chelsea di Antonio Conte. La maglia home sarà ovviamente come da tradizione blu, con il logo societario in risalto su tutta la maglia realizzato in una tonalità leggermente più scura. La divisa away, invece, presenta una serie di righe orizzontali nere e grigie con maniche interamente nere e dettagli in giallo. Terzo kit bianco con inserti in blu.

I due kit del Crystal Palace per la stagione 2016-2017 sono realizzati da Macron. Lo sponsor tecnico ha deciso di ispirarsi alla tradizione per quanto riguarda la maglia home, mentre la casacca away è prevalentemente gialla con una banda diagonale rossa e blu.

Per quanto riguarda l‘Everton, invece, i kit home e away sono particolarmente innovativi. La prima maglia, infatti, è prevalentemente blu e bianca, ma con alcuni dettagli in giallo. Sull’orlo e nella parte posteriore è presente un pattern, che si ispira a Goodison Park, il terreno di casa della formazione originaria di Liverpool. La seconda maglia è invece blu scura con finiture color salmone e ricorda una delle prime divise storiche del club.

Pochi fronzoli invece per i due kit dell’Hull City realizzati da Umbro. Prima maglia a strisce ampie verticali gialle e nere, mentre la casacca da trasferta è prevalentemente nera con inserti in giallo.

Grande attenzione nella nuova stagione sarà ovviamente rivolta  al Leicester City di Claudio Ranieri, protagonista lo scorso anno di una vera cavalcata che ha consentito alle Foxes di vincere la Premier League. Puma per realizzare la maglia home si è ispirata al design delle nazionali sponsorizzate dal marchio a Euro 2016.

Il blu della prima casacca è intenso e brillante, come quello delle ultime stagioni. Il kit away è invece rosso, mentre la terza casacca è prevalentemente bianca con sottili righe verticali blu.

Si ispirano alla tradizione invece la prima e la seconda divisa del Liverpool, rispettivamente rossa e nera. La terza è più innovativa ed è prevalentemente verde brillante con finiture e la parte superiore delle spalle in grigio.

Il Manchester City, guidato per la prima volta da Pep Guardiola, è invece rimasto l’unico club della Premier League ad essere sponsorizzato da Nike. Poche novità per quanto riguarda la prima e la seconda maglia, rispettivamente azzurra e nera, mentre la terza (dovrebbe essere ufficializzata a breve) combina l’arancione e il viola attraverso una sfumatura molto particolare.

Grande attenzione sarà ovviamente rivolta anche al nuovo Manchester United che potrà contare sulla presenza di Josè Mourinho in panchina, oltre che su personalità importanti come Ibrahimovic e Pogba in rosa. Nella realizzazione della prima maglia Adidas ha voluto ispirarsi ai primi anni di storia del club. Lo stemma ufficiale della città di Manchester ha dato l’idea della grafica a nido d’ape che unisce le due metà della maglia. Su di esso infatti sono rappresentate delle api operaie simbolo della Rivoluzione Industriale di cui Manchester fu protagonista.

La divisa away è invece blu melange, mentre la terza casacca è prevalentemente bianca.

I due kit del Middlesbrough, che torna a partecipare alla Premier League, si basano invece sulla gamma “Miadidas Teamwear” e sono rispettivamente rosso e nero.

I Kit 2016-2017 da casa e da trasferta del Southampton sono realizzati da Under Armour per la prima volta. Il marchio americano ha quindi voluto introdurre alcune caratteristiche innovative che in passato non erano presenti sulle divise del club inglese.

I due kit dello Stoke City, realizzati da Macron, hanno invece un design essenziale e pulito che vede la presenza al centro del main sponsor Bet 365.

Particolarmente suggestivi sono invece i tre kit 2016-2017 del Sunderland realizzati da Adidas utilizzando materiali di riciclo o prendendo spunto da precedenti modelli.

Altra formazione inglese guidata da un tecnico italiano è lo Swansea di Guidolin. I due kit per la nuova stagione sono stati realizzati da Joma, che è subentrata al vecchio sponsor Adidas. La prima maglia è prevalentemente bianca, mentre la divisa away è turchese con una sfumatura in basso più scura.

Il Tottenham prosegue invece la sua collaborazione con Under Armour, ma il rapporto non sembra destinato a proseguire oltre alla stagione che sta per iniziare. I tifosi sembrano apprezzare le finiture in oro presenti nella prima e nella seconda maglia, colore che troviamo in prevalenza anche nel terzo kit.

I due kit 2016-2017 del Watford sono invece stati realizzati dal marchio canadese Dryworld e sono caratterizzati da un design tradizionale.

Il West Bromwich Albion prosegue la sua collaborazione con Adidas che ha realizzato i due kit in vista della nuova stagione. La prima maglia è a strisce verticali bianche e blu, mentre la divisa away è blu con strisce sottili turchesi.

Chiudiamo la rassegna delle formazioni che parteciperanno alla prossima Premier League con il West Ham, società sponsorizzata da Umbro. La divisa away spicca in modo particolare per la presenza del nuovo stemma del club: colori del nuovo logo sono quelli tradizionali – claret&blue – e i due martelli incrociati restano al centro della scena, ma inevitabilmente sparisce il Boleyn Castle. La scritta ‘West Ham United’ si trasferisce nella parte superiore del logo, mentre in quella inferiore fa la sua comparsa la parola ‘London’.

La terza maglia ha invece raccolto un ottimo gradimento, realizzata con l’idea di rendere omaggio alla storia della squadra londinese. Il kit è completamente nero e apparentemente sembra più simile a una polo piuttosto che ha una maglia da calcio. A sorpresa sul petto non è presente lo stemma del club, ma l’Union Jack con la sigla TIWFC, ovvero Thames Ironworks FC, il primo vero nome di quello che noi conosciamo oggi come West Ham United Football Club.

1 COMMENTO