Higuain rinnovo Napoli, la società di De Laurentiis sta lavorando per blindare l’attaccante argentino con un nuovo contratto.

L’attuale accordo tra Gonzalo Higuain e il Napoli, infatti, è in scadenza nel 2018: un ingaggio da 5,5 milioni che il fratello-agente del Pipita vorrebbe rivedere al rialzo. E Aurelio De Laurentiis, patron dei campani, sembra voler accontentare il manager e il giocatore, anche per evitare le sirene che arrivano dalle big degli altri campionati, Bayern Monaco e Manchester United su tutte.

Il contratto, stando alle indiscrezioni di Repubblica, starebbe per essere prolungato fino al 2020, cioè per due stagioni in più rispettl al quinquennale firmato nell’estate 2013, con un adeguamento anche dell’ingaggio, che verrebbe così portato a da 5,5 a 7,5 milioni di euro annui. Una cifra che farebbe di Higuain il giocatore più pagato della Serie A.

Non solo: potrebbe essere rivista anche la clausola rescissoria, attualmente fissata a 94 milioni e 736mila euro, come dichiarato dallo stesso Napoli. L’ipotesi è che venga portata oltre quota 100 milioni, per evitare qualunque assalto “non voluto” da parte delle big di cui sopra.

Higuain rinnovo Napoli, De Laurentiis prova a risparmiare

Molto dipenderà, ovviamente, dal finale di stagione. L’eventuale nuovo contratto, però, permetterebbe a De Laurentiis di risparmiare anche qualcosa a livello di bilancio, anche grazie agli ammortamenti a scalare della società campana.

Higuain rinnovo Napoli, il metodo di ammortamento dei campani
Higuain rinnovo Napoli, il metodo di ammortamento dei campani

Il Napoli, infatti, non calcola gli ammortamenti in modo linare: concentra il peso maggiore nei primi tre anni di contratto. Così facendo, ad esempio, dalla prossima stagione il peso a bilancio di Higuain sarà minimo: pagato 37 milioni nell’estate 2013, il valore dell’argentino è stato ammortizzato per 14,8 milioni nel bilancio 2014, 11,1 nel bilancio 2015, 7,4 nel bilancio in corso e sarebbe stato ammortizzato per 2,59 milioni nel 2017 e 1,11 nel 2018.

Se il rinnovo arrivasse dopo il 30/6/2016, cioè entrati nel bilancio 2017, Higuain avrebbe un valore residuo di soli 3,7 milioni, che verrebbe diluito ancora maggiormente con il prolungamento del contratto fino al 2020. In sostanza, firmanto un nuovo accordo il valore di Higuain diventerebbe di 1,48 milioni nel bilancio 2017, 1,11 nel 2018, 0,74 nel 2019 e 0,37 nel 2020.

Permettendo non solo di realizzare, in caso di cessione, una plusvalenza maggiore, ma anche di risparmiare qualcosa: nella stagione in corso il valore di Higuain è di 18,4 milioni, 11 lordi per lo stipendio, 7,4 di ammortamenti, il più alto della Serie A. Con il rinnovo fino al 2020, pur portando l’ingaggio a 15 milioni lordi, il totale sarebbe comunque più basso, intorno a quota 16,5. Più alto rispetto a quanto sarebbe “costato” Higuain con il contratto attuale (l’anno prossimo 13,5 milioni), ma dopo un annata così non alzare le cifre sarebbe stato complicato.