Tifosi sognano Barcellona senza sponsor – Quale sarà il futuro della maglietta del Barcellona? Il club catalano, considerato nella storia una sorta di nazionale laica, per anni non ha ‘sporcato’ la sua camiseta con un main sponsor fino a quando – al netto della scritta Unicef – non sono arrivati i milioni di euro della Qatar Airways. Adesso bisogna discutere il rinnovo della sponsorizzazione e sembra che la liason tra il Barcellona e il vettore aereo possa terminare con la scadenza del contratto. Tra le opzioni sul tavolo per la squadra della Catalogna c’è quella di ritornare al vecchio stile, con la maglia immacolata.

Secondo quanto filtra dalla stampa spagnola, il Barcellona avrebbe richiesto alla Nike la fornitura per la stagione 2016-2017 senza prevedere nessuno simbolo estraneo al club sulla maglia: certo, la porta alla Qatar Airways non è chiusa, ma sembra esserci una distanza tra domanda e offerta – con il Barcellona che chiede 65-70 milioni, in linea con le aspettative dei top club in Europa. Meglio aspettare e lasciar sognare un bel ritorno al passato, almeno per una stagione.

La Nike, dal canto suo, già alcuni mesi fa aveva espresso la volontà di conoscere il futuro delle maglie blaugrana, spingendo verso un rinnovo con i qatarioti. A spaventare la società statunitense più che la maglia ‘in bianco’ sarebbe la Rakuten, azienda giapponese specializzata nel commercio elettronico, che avrebbe offerto 65 milioni di euro per la sponsorizzazione, ma chiede di gestire il merchandising del club on line.

Barça Dreams Cruyff, il talento olandese nel film sui blaugrana
Johan Cruyff con la maglia del Barca immacolata. Ritornerà così?

Altre pretendenti per un marchio ambito come quello di Messi&co ce ne sono, ovviamente. Alcune settimane fa si è parlato anche della Pepsi, ma oggi si rincorrono voci di stampa su un ignoto (ma ricco) sponsor cinese: bisogna aspettare e non è detto che un eventuale accordo lo si riesca a chiudere in tempi buoni per la prossima stagione. Se le bocche sono cucite al Camp Nou, tra i tifosi del Barcellona si sogna un ritorno all’origine: come una vera nazionale, senza sponsor maglia, come ai tempi di Johan Cruyff. Certo, il board del club magari la pensa diversamente: per poter confermare gli ingaggi delle sue stelle, il Barcellona deve costantemente aumentare il proprio fatturato. E oggi, per tutte le società di calcio, questo passa soprattutto dal main sponsor da esibire sulla pregiata camiseta.

PrecedenteFinale Primavera TIM Cup, ascolti record per Sportitalia
SuccessivoIn Spagna lo streaming illegale vale 410 mln