CVC punta a quotarsi in borsa. Obiettivo oltre 1,2 miliardi

Il fondo di private equity britannico ha investito anche nel calcio attraverso i diritti televisivi di Liga e Ligue 1, non nascondendo un certo interesse anche per la Serie A.

cvc quotazione in borsa
(Image credit: Depositphotos)

CVC Capital Partners, fondo britannico di private equity, ha rilanciato i propri piani per quotarsi in Borsa con l’obiettivo di raccogliere almeno 1,25 miliardi di euro tra gli investitori.

Come riporta Bloomberg, CVC, che ha siglato accordi sul fronte dei diritti televisivi con Liga e Ligue 1 garantendo nuove entrate ai club, mira a raccogliere 250 milioni solamente dall’emissioni di nuove azioni. Non si esclude, inoltre, che anche i soci del fondo britannico possano vendere le propri partecipazioni. Secondo la nota pubblicata oggi, nessuno dei soggetti interessati venderà durante l’IPO.

CVC sta lavorando alla quotazione almeno dal 2022, con i precedenti tentativi che hanno risentito delle oscillazioni imprevedibili del mercato. Ma ora sembra essere arrivato il momento giusto, grazie alle alte quotazioni delle ultime IPO che dovrebbe garantire un debutto sul mercato di grande successo, nonostante il periodo di incertezza dato dal conflitto in Medio Oriente.

CVC quotazione in Borsa – Le parole dell’AD Lucas e la probabile quotazione del fondo

«Si tratta di una decisione strutturale a lungo termine per l’azienda e prevediamo che l’IPO avrà luogo nelle prossime settimane, ovviamente in base alle condizioni del mercato, e stiamo monitorando molto da vicino gli eventi in Medio Oriente – ha dichiarato a proposito Rob Lucas, amministratore delegato di CVC –. Abbiamo osservato questo problema con chiarezza per molto tempo e siamo stati molto cauti sulla questione. Il sentiment degli investitori negli ultimi due mesi è stato così positivo e forte da dare a CVC la fiducia necessaria per andare avanti». L’azienda punta a una valutazione compresa tra 13 e 15 miliardi di euro.

CVC, che in passato ha manifestato la volontà di entrare nella Serie A iniettando svariati miliardi di euro da mettere a disposizione dei club italiani, in cambio di una percentuale sui ricavi da diritti tv, gestisce circa 186 miliardi di euro di asset e possiede partecipazioni in società tra cui il marchio svizzero di orologi Breitling e Lipton Teas and Infusions. CVC, lo scorso anno ha raccolto 26 miliardi di euro per il più grande fondo di buyout mai realizzato al mondo e ha diversificato la propria attività in nuove aree, tra cui le infrastrutture e i cosiddetti secondari, ovvero i portafogli esistenti di partecipazioni in fondi di private equity.

Tra gli azionisti interessati all’IPO figurano il fondo sovrano di Singapore GIC Pte, la Kuwait Investment Authority, un fondo patrimoniale gestito dall’Autorità monetaria di Hong Kong e alcuni azionisti di gestione. Blue Owl prevede di investire fino al 10% dell’offerta, secondo la dichiarazione, aumentando la propria partecipazione. Blue Owl è il soggetto finanziario a cui si sarebbe rivolto 777 Partners, fondo statunitense che ha la proprietà del Genoa e di altri club, per avere la liquidità necessaria per rispettare la scadenza del prestito avuto da MSP Sports Capital.

CVC prevede di utilizzare i proventi dell’IPO per alimentare la crescita, incluso il ridimensionamento della prossima generazione dei suoi fondi, il perseguimento di acquisizioni e il finanziamento di una parte del prezzo per l’acquisizione di una quota di maggioranza in DIF Capital Partners, annunciata lo scorso settembre.

Credit image: Depositphotos

Temi

CVC