Coppa Italia diritti tv
(Foto: Jonathan Moscrop / Sportimage, via Onefootball)

Non solo il voto – prima approvato e poi revocato – sulla Serie A spezzatino. Dall’assemblea di Lega che si è tenuta nella giornata di oggi è arrivato anche il via libera al bando per i diritti televisivi della Coppa Italia e della Supercoppa italiana, con riferimento al ciclo triennale 2021-2024.

Si tratta di una delle ultime competizioni i cui diritti per le prossime tre stagioni calcistiche devono essere ancora assegnati. Come noto, la Coppa Italia cambierà format dal 2021/22 e l’obiettivo della Lega Serie A è quello di far crescere i ricavi.

L’obiettivo minimo per il bando è stato stabilito in 42 milioni di euro a stagione, una cifra superiore a quella versata dalla Rai per il triennio 2018-2021, quando la Tv di Stato mise sul piatto 35,5 milioni di euro a stagione, superando Mediaset, che si fermò a 33 milioni.

La crescita è ancora più evidente se si paragonano le cifre minime per il prossimo triennio a quelle incassate dalla Serie A per le stagioni dal 2015 al 2018, quando fu sempre la Rai ad aggiudicarsi i diritti per circa 22 milioni annui.

Per la coppa nazionale – e per la Supercoppa – negli ultimi mesi si è vociferato di un interesse da parte di Mediasetche potrebbe provare nuovamente l’assalto alle due competizioni proprio dopo il tentativo fallito del 2018.

Per le prossime tre stagioni calcistiche, la tv di Cologno Monzese si è già aggiudicata 121 gare di Champions League all’anno, delle quali 16 in chiaro e le restanti via streaming pay attraverso la piattaforma Mediaset Infinity.

SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY PER LA STAGIONE 2021/2022. CLICCA QUI E COMPILA IL FORM SUL SITO DI SKY PER AVERE TUTTE LE INFO SU CALCIO, SPORT E INTRATTENIMENTO