Soccer Football - Champions League - Round of 16 Second Leg - Paris St Germain v Borussia Dortmund - Parc des Princes, Paris, France - March 11, 2020 Paris St Germain's Edinson Cavani during the warm up before the match Photo Pool/Panoramic/Insidefoto

Oggi il Psg si riunirà per riprendere gli allenamenti in vista dei quarti di finale di Champions del mese di agosto, ma anche per le finali di coppa di Francia e di Lega di fine luglio. Dopo la conquista anzitempo della Ligue 1, in seguito al definitivo stop al campionato causa Covid-19, il club va a caccia del tanto ambito trofeo a livello continentale.

I campioni di Francia si affideranno ai colpi dei loro migliori giocatori che oggi saranno presenti al raduno: Neymar, Mbappé, Icardi, appena riscattato dall’Inter per 50 milioni più 8 di bonus. Tra i pali, convocato Franchi, friulano di belle speranze.

Salvo colpi di scena, non ci sarà Edinson Cavani, in scadenza a fine mese, e che ha rifiutato sdegnosamente la proroga bimensile per il programma estivo. L’attaccante uruguaiano, autore di 200 gol in 301 presenze in sette stagioni, ha preferito non rischiare infortuni prima di iniziare la sua nuova avventura che potrebbe essere in spagna con la maglia dell’Atletico Madrid, oltre alla rottura con Leonardo.

Lo stesso – scrive il Corriere dello Sport – dovrebbe fare il terzino Meunier che avrebbe già firmato per il Borussia Dortmund. Mentre il capitano Thiago Silva, in scadenza pure lui il 30 giugno, dovrebbe almeno rispondere presente oggi, per poi decidere sul da farsi. Kurzawa invece, secondo i media francesi, potrebbe strappare un rinnovo insperato, grazie alla crisi economica scaturita dalla pandemia. Il club parigino infatti non avrà grandi margini di manovra sul mercato, visti i 200 milioni in meno in bilancio e il riscatto di Icardi.

I giocatori del Psg non sono i primi a rinunciare alla Champions in vista di un cambio maglia nella prossima stagione. Il primo è stato Lucas Tousart, centrocampista del Lione, che a gennaio è stato acquistato dall’Herta Berlino per 25 milioni (acquisto più costoso della storia del club) e lasciato in prestito ai francesi fino al 30 giugno. Avrebbe potuto giocare le fasi finali della Champions, ma il club tedesco avrebbe deciso di non accordarsi con il Lione per prolungare la scadenza del prestito.

Stessa sorte per Timo Werner. La punta tedesca, per cui il Chelsea ha pagato la clausola da 50 milioni, non prenderà parte alle Final Eight di Lisbona con il Lipsia, ma, finita la Bundesliga, si trasferirà in Inghilterra.