pallone finale champions league 2019

Champions in chiaro – La Rai potrebbe subire un altro duro colpo per quanto riguarda i diritti televisivi legati al mondo del pallone. Dopo aver perso i Mondiali di Russia 2018, la Tv di Stato potrebbe essere costretta a dover rinunciare anche alla Champions League.

La Juventus nella tana dell’Atletico Madrid: come seguire la gara

Come riporta “La Repubblica”, secondo alcuni membri del CdA di Viale Mazzini sarebbero troppi i 40 milioni di euro da corrispondere a Sky – che detiene i diritti del massimo torneo calcistico europeo per club – per la trasmissione di alcune gare in chiaro.

L’emittente satellitare ha ceduto quest’anno alla televisione pubblica una gara di un’italiana al mercoledì, oltre alle semifinali e alla finale di Madrid. Sedici gare in tutto da trasmettere in diretta, in prima serata su Rai 1. Con risultati ottimi sinora, oltre il 20% di share per le partite e ascolti buoni anche per la trasmissione di Paola Ferrari, prima e dopo le partite.

Germania, Rummenigge chiede che la Champions torni in chiaro

Domani sera, Atletico Madrid-Juventus potrebbe inoltre far registrare il record stagionale. Fra Sky e Rai è in ballo un’opzione anche per le stagioni 2019/2020 e 2020/2021, ma stando alle ultime voci pare proprio che la Tv pubblica possa rinunciare e Sky considerare scaduta l’opzione.



Sky potrebbe quindi trasmettere una gara in chiaro su Canale 8, un'operazione comunque poco interessante dal punto di vista economico perché al massimo, stando agli esperti, potrebbe ricavare 10-15 milioni di euro in pubblicità. Più interessante invece la possibilità di un inserimento di Mediaset, che sta cercando di puntare molto sul calcio in chiaro e che – come ricordato prima – ha già portato via a Viale Mazzini i diritti del Campionato del Mondo della scorsa estate.

SEGUI IL CALCIO ESTERO SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

1 COMMENTO

  1. Tutta la U.E.F.A. Champions League doveva restare sulle reti RAI e SKY anche da Autunno 2019 con tutte le partite incluse quelle della Nazionale Italiana di Calcio guidata dal nuovissimo CT Roberto Mancini eppure quelle della Nazionale Italiana di Calcio Femminile con nuovi diritti che RAI Sport li detiene insieme a tutta la Formula 1, la Superbike e il Motomondiale 2020 con il ritorno dello stile classico delle monoposto e delle moto targate 1996 con sponsor tutti nuovi, perché Mediaset, sebbene sta pensando alla Formula E 2019/2020 che vede il ritorno delle monoposto elettriche di terza stagione a ruote scoperte, avrebbe rinunciato alla Champions League e tutto quanto al calcio come le rubriche calcistiche di Sport Mediaset, le partite calcistiche straniere della Nations League e degli European Qualifiers a causa degli ascolti molto negativi, in calo e troppo bassi in due parole: addio, problemi!

    AVVISO: Mediaset, a causa di norme troppo restringenti e regolamenti molto cattivi e già infranti, non vedrà l’ora di dire addio a questi programmi televisivi normali e per adulti inutili e noiosi e che vengono bullizzati proprio a causa loro grazie all’addio di tutti gli sponsor come Forum (che dalla quinta rete tv dell’ammiraglia Mediaset passerà a TGcom24 con il titolo de Il Tribunale degli Italiani), Uomini e Donne (da Canale 5 a La5 con il titolo di Donne e Uomini), Avanti un Altro (cancellato dalle reti Mediaset proprio a causa di linguaggi volgarmente scurrili troppo pieni di bestemmie e parolacce presenti nei turpiloqui, risse e litigi nonostante varie provocazioni e reazioni che trasformano le risate in pianti nonostante l’insolenza, la maleducazione, l’antibravura, l’anti-ironia, l’anticomicità, l’antisatira, l’antischerzosità e la serietà avranno vinto la battaglia al posto della guerra che fa arrabbiare tutte le prese maleducatamente in giro molto cattive e i dialetti in mezzo romano e mezzo siciliano con l’accento del Centrosud Italia), Striscia la Notizia il telegiornale satirico di Antonio Ricci che fa solo ascolti molto negativi in attesa della cancellazione, la Champions League e le partite calcistiche straniere degli European Qualifiers e della Nations League, Eurogames con la conduzione di Alvin e Ilary Blasi, Tu si que vales con la conduzione di Belen che tradisce e uccide l’ex re dei paparazzi Fabrizio Corona e mette in buona luce il suzukista del Motomondiale Andrea Iannone, i diffamatissimi reality show come il Grande Fratello V.I.P. con la conduzione di Alfonso Signorini, L’Isola dei Famosi con la conduzione di Alessia Marcuzzi e il Grande Fratello con la conduzione di Barbara D’Urso insieme alle due due puntate de Il Grande Tralallà e Ciao Darwin che non vedranno mai più luce. Pronti al ritorno della TV dei bambini e dei ragazzi dopo le future dimissioni di Giancarlo Scheri?

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here