Milan stipendi e costo della rosa
Gonzalo Higuain con la maglia del Milan (Foto Antonietta Baldassarre / Insidefoto)

Higuain al Chelsea e Piatek al Milan. E’ questo lo scenario che secondo gli osservatori del calciomercato si starebbe materializzando in queste ore, proprio alla vigilia della sfida di Supercoppa italiana tra i rossoneri e la Juventus, cui ancora appartiene il cartellino dell’attaccante argentino attualmente in prestito al Milan.

Una partita che Higuain, al centro delle voci di mercato che lo porterebbero dal Milan al Chelsea, potrebbe anche non disputare.

Secondo quanto filtrato dal ritiro del Milan a Jeddah, l’argentino, che in mattinata non ha presenziato alla foto di gruppo con il presidente dell’autorità per lo sport saudita, Abdulaziz bin Turki Al-Faisal, perché impegnato in una seduta di massaggi, avrebbe qualche linea di febbre e potrebbe non scendere in campo contro la sua ex squadra.

Febbre o non febbre, di certo le voci di mercato su un possibile approdo del Pipita alla corte di Maurizio Sarri continuano ad intensificarsi, così come quelle sulla trattativa tra il Milan e il Genoa per portare in rossonero il giovane (23 anni compiuti il 1° luglio) attaccante polacco Krzysztof Piątek.

Higuain al Chelsea e Piatek al Milan – I risparmi dall’addio del Pipita

In attesa di capire se questo scenario si concretizzerà vediamo quali potrebbero essere gli impatti dell’operazione sui conti del Milan per la stagione 2018-2019. Conti che, come noto, nonostante il ricorso presentato al TAS, sono monitorati attentamente dalla Uefa.

Partiamo dal costo di Higuain e dall’eventuale risparmio per il Milan da una sua partenza nel mese di gennaio.

L’accordo con la Juventus, siglato il 2 agosto scorso, ha portato alla cessione a titolo temporaneo di Higuain al Milan «a fronte di un corrispettivo di 18 milioni pagabili interamente nell’esercizio 2018/2019».

Il contratto prevede, inoltre, la facoltà (ma non l’obbligo) per il Milan di esercitare, al termine della stagione sportiva 2018/2019, il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo del medesimo calciatore a fronte di un corrispettivo di 36 milioni pagabili in due esercizi.

Per quanto riguarda l’ingaggio, secondo le rilevazioni della Gazzetta dello Sport, Higuain al Milan percepirebbe uno stipendio netto da 9,5 milioni (17,57 milioni lo stipendio lordo sui conti dei rossoneri).

Ipotizzando che l’avventura di Higuain in rossonero finisca oggi (in questo senso è fondamentale l’ok della Juventus) il costo del prestito sarebbe di fatto dimezzato, passando da 18 milioni a circa 9 milioni.

Dimezzato (per approssimazione) anche il costo relativo allo stipendio lordo. Sul bilancio del Milan graverebbero solo le mensilità fin qui corrisposte al calciatore argentino (8,79 milioni lordi).

Complessivamente il risparmio per il club guidato da Ivan Gazidis sarebbe vicino a 17,79 milioni tra minore costo del prestito e minore spesa per lo stipendio.

Higuain al Chelsea e Piatek al Milan – I costi per l’acquisto di Piatek

Per quanto riguarda invece i contatti tra i rossoneri e il Genoa per Piatek, secondo quanto riportato dai principali quotidiani e media, l’affare si dovrebbe concludere sulla base di 35 milioni di euro per il cartellino più bonus.

Krzysztof Piatek, con la maglia del Genoa (Foto: Matteo Gribaudi / Image Sport / Insidefoto)

Per quanto riguarda l’ingaggio, Piatek, che a Genova percepisce 450mila euro netti, al Milan potrebbe arrivare a prendere una cifra di poco inferiore ai 2 milioni fissi all’anno (circa 1,8 milioni di euro) più bonus e si legherebbe al club rossonero fino al 30 giugno 2023 (quattro anni e mezzo di contratto).

Pertanto se il Milan chiudesse l’affare per l’attaccante polacco a titolo definitivo per 35 milioni, da qui a fine stagione dovrebbe iscrivere a bilancio un ammortamento di 3,88 milioni per il periodo gennaio-giugno 2018.

Anche lo stipendio lordo sarebbe pari alla metà di quello annuo, pari dunque a 1,8 milioni nel periodo gennaio-giugno.

Complessivamente dunque, se l’operazione dovesse concretizzarsi in questi termini, il costo di Piatek sul bilancio 2018-2019 del Milan sarebbe pari a complessivi 5,68 milioni.

Higuain al Chelsea e Piatek al Milan – Il saldo dell’operazione

Sempre in linea teorica, considerando che al momento non c’è ancora nulla di ufficiale, tra un possibile addio di Higuain e un possibile arrivo di Piatek il Milan risparmierebbe complessivamente 12,11 milioni da qui alla fine dell’esercizio 2018-2019.

9 COMMENTI

  1. Penso che sia un’operazione difficile perché deve mettere insieme troppi soggetti. Ricapitoliamo.
    1) Higuain andrebbe via volentieri, ma deve trovare un ingaggio equivalente e soprattutto di almeno 2,5 anni come ha garantito nel peggiore dei casi (non riscatto del Milan a Giugno e permanenza alla Juventus, dove ha scadenza 2021)
    2) Il Milan lo cederebbe volentieri, ma non può decidere nessuno senza il consenso della Juventus, titolare del cartellino, la quale Juventus mira a realizzare una vendita secca, sia perché così ha certezza di un incasso, sia per la necessità che ha di fare plusvalenze.
    3) La Juventius a sua volta non decide niente, se non va bene al Milan e a Higuain
    4) Il Milan, Higuain e la Juventus dovrebbero quindi trovare una soluzione che va bene a tutti 3, ma il Chelsea, che sembra l’acquirente probabile, a sua volta ha due problemi.
    A) Dovrebbe derogare dalla sua politica che è quella dei contratti al massimo annuali per gli over 30. Il Chelsea mira a un prestito infatti, al massimo di 18 mesi. Ma la Juventus mira a una vendita.
    B) Anche superasse quel problema compra Higuain solo se vende Morata, che non ha molto mercato. Se lo prendesse il Milan si sarebbe potuto trovare un’intesa più facilmente, ma sembra che il Milan sia orientato su questo Piatek e inoltre non ha i soldi per prendere Morata, se non in prestito.
    Al Chelsea un’offerta, stando alle notizie più o meno (eufemismo) attendibili l’avrebbe fatta l’Atletico Madrid, ma è un’offerta che prevede di dare due giocatori (Kalinic e Martins) in cambio di Morata, mentre il Chelsea vuole soldi e quei giocatori sembra che non gli interessino molto.
    Sembra diffficile far quadrare tutte queste diverse esigenze.

    • La Juve ha già accettato il prestito con diritto dal Chelsea…o fai tu il mercato? a ora e il Milan che non ha ancora dato l’ok perché Piantek non e del Milan a ora c’è il si del giocatore e basta.

      • Ha “già accettato” forse te lo scrive Tuttosport, ma io al momento non ho visto nè quello nè l’annuncio dell’Atletico per Morata. Che ci saranno magari, ma io a differenza di Franchini non sono un mago, in tutti i sensi.

  2. Per fare in modo che tutto vada in porto o il chelsea paga 45 milioni alla juventus (i 9 della meta’ di questa stagione piu’ i 36 del riscatto) oppure la juventus deve per l’ennesima volta essere generosa e aiutare il milan a far transitare higuain al chelsea, rinunciare a qualche milione, lasciare via libera per piatek al milan, e poi magari dare gratis kean al genoa per sostituire piatek. Il milan cosa da’ in cambio ? Polemiche arbitrali ridicole. Io ho molti dubbi che si fara’ questa operazione.

    • Ma ti senti….quando la Juve ha aiutato il Milan scusa….la Juve ci ha sempre tratto i suoi vantaggi e ha trovato spalla nel Milan che per necessità ha cercato di ricavare il massimo,tifi Juve goditi la vittorie e smettila di fare lo snob ridicolo.

  3. A occhio e croce mi sembra che la montagna abbia partorito il topolino.
    -Higuain va in prestito 6 mesi, poi se farà tanti goal va in prestito anche per l’anno successivo. Altrimenti lo rispediscono a Torino. La Granovskaia mi sembra che non si sia mossa di un millimetro.
    La Juve sperava di venderlo, ma mi pare che non abbia venduto niente.
    -Morata pare che lo diano in prestito 6 mesi all’Atletico e anche lì poi si vedrà.
    E se è vero quel che dicono nemmeno il Chelsea non è riuscito a venderlo adesso.
    -Piatek non si sa. Forse sarà l’unico che vendono.
    E nel caso compra il Club messo peggio di tutti.

    N.B. Il povero Cutrone fa sempre bene, anzi benissimo per la sua età, ma va sempre a finire in seconda fila. Pazienza con uno come Higuain, che si può ben capire, ma con questo Piatek, che per ora ha imbroccato qualche goal, ma da lì a che sia un fuoriclasse ne passa…

    • ahahahah rileggervi ora fa capire quanto sia pazzesca la caducità delle dichiarazioni e delle opinioni di chiunque in tema di calcio e calciomercato… specie quella di Mincuo:
      “Il povero Cutrone fa sempre bene, anzi benissimo per la sua età, ma va sempre a finire in seconda fila. Pazienza con uno come Higuain, che si può ben capire, ma con questo Piatek, che per ora ha imbroccato qualche goal, ma da lì a che sia un fuoriclasse ne passa…”

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here