Yonghong Li cerca soci. Il proprietario cinese del Milan sta cercando uno o più investitori per ripartire l’onere finanziario, a meno di sei mesi dall’acquisto del club secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Reuters.

L’ex primo ministro italiano Silvio Berlusconi ha finalizzato la vendita del Milan in aprile in quello che è stato il più grande investimento cinese in un club di calcio europeo.

Ma Li – secondo fonti vicine al dossier – sarebbe l’unico investitore reale dopo che i suoi partner si sono tirati indietro in seguito alla stretta di Pechino sulle acquisizioni estere.

La fonte della Reuters, che ha rifiutato di essere nominata a causa della sensibilità della questione, ha affermato che per Li sarebbe più comodo condividere il rischio finanziario associato alla gestione e all’investimento nel club, che ha perso 75 milioni di euro nel 2016 e dovrebbe rimanere in rosso almeno per quest’anno.

Una portavoce del Milan ha invece affermato che al momento non ci sono indicazioni su potenziali cambiamenti nella proprietà del club.

Reuters non è riuscita a raggiungere Li o i suoi rappresentanti in Cina.

L’AC Milan ha investito molto nel recente calciomercato. Per un più approfondito punto sugli investimenti a questa voce si può consultare l’ultimo aggiornamento di calcioefinanza.it.

Calciomercato e bilancio Milan: l’impatto sui conti dell’ufficialità di Kalinic

Una seconda fonte ha dichiarato che un’opzione che si sta prendendo in considerazione è anche la quotazione in Borsa entro un paio d’anni.

La prima fonte ha detto che altri investitori cinesi potrebbero emergere se le autorità cinesi ammorbidiranno la loro posizione sugli investimenti stranieri dopo il congresso del partito comunista cinese del 18 ottobre.

Parallelamente alla ricerca degli investitori, i consulenti di Li stanno lavorando anche sulla possibilità di rifinanziare il debito del gruppo cinese con il fondo azionario statunitense Elliott, che ha salvato l’accordo all’ottavo ora, ha confermato una terza fonte.

Rifinanziamento debito AC Milan: contatti con Goldman Sachs e Merrill Lynch

L’indiscrezione delle scorse settimane secondo cui Goldman Sachs e Merrill Lynch  sono in corsa per il rifinanziamento, sarebbe quindi confermata.

Elliott ha dato a Li 180 milioni di euro in marzo per completare l’acquisto più 128 milioni di euro da investire nella squadra, finanziare l’acquisizione di giocatori e consentire al club di ripagare il suo debito con le banche.

I prestiti, con un tasso medio di appena il 10%, dovranno essere rimborsati entro ottobre 2018.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here