Il 60% dell’Auxerre per 7 milioni di euro. L’affare porta la firma di una società cinese: la ORG Packaging, una azienda che si occupa di impacchettare prodotti del food and beverage, ha annunciato la volontà di rilevare la maggioranza del club francese, attualmente iscritto al secondo campionato transalpino. L’Auxerre, con una nota sul proprio sito, ha confermato l’interesse, anche se ha ricordato come tutto sia condizionato dal parere positivo dell’associazione AJ Auxerre Football e degli altri soci della squadra di calcio.

La società cinese, infatti, ha dialogato con la famiglia Limido che controlla l’Auxerre attraverso la AJAXXL Capital SA. Per poter entrare nel capitale del club e dare il via al piano di rilancio della squadra bisogna dunque aspettare, anche se sembra difficile che possa essere mostrato il veto ai potenziali nuovi azionisti asiatici. La ORG ha confermato il piano di rilancio per l’Auxerre e, se al momento non sono note le cifre dell’investimento, la famiglia Limido è stata assicurata sui futuri investimenti in grado di riportare la squadra in Ligue 1.

In Francia già due società possono contare su azionisti cinesi. Il Sochaux è di proprietà della Ledus (affare da 7 milioni) e il Nizza che per l’80% è di Lee-Zheng. Entrambi i closing sono avvenuti nel 2016 e quello dell’Auxerre – che conta su uno stadio di proprietà – potrebbe aggiungersi presto al gruppetto. Con tre società con capitali cinesi, la Francia è potenzialmente davanti all’Italia (che conta su Inter e Milan), ma è indietro rispetto all’Inghilterra: dopo Manchester City, Aston Villa, Birmingham, Wolverhampton, anche il West Bromwich è passato al businessman made in China Lai Guochuan. Adesso gli occhi sono puntati sull’Hull City e sul Leeds United, ora in mano all’ex patron del Cagliari Massimo Cellino. 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here