La Serie A "sblocca" un altro sogno: sei squadre in Champions nel 2024/25

Dopo l’ufficialità del quinto posto, ora il massimo campionato italiano potrebbe portare addirittura sei club nella prima edizione del torneo con il nuovo format.

Sei squadre italiane in Champions
(Foto: Paolo Bruno/Getty Images)

L’ufficialità è arrivata nella serata di ieri. I risultati maturati tra quarti di finale di Europa League e di Conference League – con i passaggi del turno di Atalanta, Roma e Fiorentina – consentiranno alla Serie A di portare cinque squadre (dai piazzamenti in campionato) nella prossima edizione della UEFA Champions League.

Il torneo, come ormai noto, rivoluzionerà il proprio format nella stagione 2024/25 e vedrà la partecipazione di 36 squadre, con un girone unico e otto partite (contro altrettanti avversari differenti) per ogni formazione, sempre con divisione in quattro fasce (e due avversarie per ogni fascia).

Due dei quattro posti aggiuntivi, rispetto agli attuali 32, saranno assegnati alle due Federazioni che avranno ottenuto il miglior ranking per Paesi nella stagione 2023/24. I club italiani hanno già fatto registrare performance di alto livello nelle competizioni UEFA per club (sulla falsa riga di quello che è già accaduto nella passata stagione), così la quinta classificata in Serie A avrà il diritto di entrare in Champions. Stesso discorso per una squadra tra quelle di Bundesliga, Premier League e Ligue 1, con i tedeschi grandi favoriti per il secondo slot.

Un traguardo che è diventato ufficiale proprio nella serata di ieri per l’Italia. Ma non è finita qui: il nostro Paese potrebbe conquistare addirittura sei posti nella Champions League 2024/25, ma in che modo? Tutto dipenderà dal percorso di Roma e Atalanta in Europa League, che al momento hanno entrambe ottenuto risultati positivi, hanno agguantato le semifinali e possono puntare alla finalissima, magari in un duello tutto italiano.

Sei squadre italiane in Champions – Le ipotesi per Roma e Atalanta

Se i giallorossi o i bergamaschi dovessero trionfare in Europa League, acquisirebbero il diritto di partecipare alla prossima edizione di Champions League (esattamente come accaduto fino a oggi). Ma se contestualmente la vincitrice dell’Europa League finisse fuori dai primi quattro piazzamenti validi per la Champions in Serie A, il posto ottenuto con il trofeo sarebbe aggiunto a quelli già garantiti dal campionato nazionale.

Attualmente si qualificheranno alla prossima Champions League le prime cinque classificate in Serie A. Se Atalanta o Roma vincessero l’Europa League e allo stesso tempo si posizionassero dalla quinta posizione in giù in Serie A (situazione verosimile, dato che attualmente i giallorossi sono quinti e i bergamaschi sesti), ecco che si aggiungerebbe un sesto posto nella manifestazione.

Il posto aggiuntivo in caso di miglior ranking è infatti garantito alla Federazione che lo conquista. Ciò significa che se Roma o Atalanta dovessero arrivare quinte e vincere l’Europa League, il diritto di entrare in Champions passerebbe alla sesta squadra in Serie A, che si aggiudicherebbe così l’ultimo posto nella massima competizione per club a livello continentale.