Champions e mercato attento: il piano Juve dopo l’aumento di capitale

Il club bianconero traccia la strada per il ritorno all’equilibrio economico-finanziario, tra risultati sportivi e gestione delle sessioni di mercato.

Juventus ufficiale aumento di capitale
DOCUMENTI
(Foto: Emilio Andreoli/Getty Images)

La Juventus ha chiuso il bilancio 2022/23 in rosso di oltre 123 milioni di euro, dato in miglioramento rispetto all’esercizio precedente, ma ancora molto pesante. Contestualmente, il club bianconero ha deliberato un nuovo aumento di capitale da 200 milioni di euro, del quale Exor ha già versato 80 milioni della sua quota di competenza (in totale 128 milioni, con gli altri 48 previsti entro fine anno).

E proprio dalla relazione del CdA sull’aumento di capitale 2023, consultata da Calcio e Finanza, emergono alcuni dettagli interessanti circa «l’aggiornamento delle stime del Piano di lungo periodo per gli esercizi 2023/24 – 2026/27». Tra gli obiettivi del piano rientra anche il: “Mantenimento della competitività sportiva a livello italiano e internazionale”.

Juventus piano aumento di capitale – Il mercato oculato

«La Società rappresenta uno dei club più importanti nel mondo e dispone di un brand a rilevanza globale in un contesto, quello del calcio professionistico di alto livello, che registra una marcata polarizzazione, con pochi club in grado di competere, in maniera continuativa, a livello continentale. Al fine di consolidare questa posizione, il Piano prevede l’attuazione di campagne trasferimenti caratterizzate da un’attenta e disciplinata gestione delle operazioni di investimento e disinvestimento, con l’obiettivo di mantenere un adeguato livello qualitativo della rosa e garantirne nel tempo il necessario ricambio generazionale», si legge nel documento.

Un mercato dunque oculato, che si possa sposare con una contestuale «attenta valorizzazione dei calciatori che abbiano maturato esperienza nella seconda squadra della Società, la Juventus Next Gen, fondata nel 2018 e militante oggi nel campionato italiano di Serie C, anche al fine del raggiungimento del sopra menzionato obiettivo di equilibrato ricambio generazionale della Prima Squadra».

Juventus piano aumento di capitale – La qualificazione alla Champions

Con particolare riferimento al piano, la Juventus «segnala che tra le principali assunzioni relative ai risultati sportivi è prevista la costante qualificazione di Juventus alle prossime edizioni della UEFA Champions League». Un obiettivo evidentemente chiave, dal momento in cui la prossima edizione sarà la prima con il nuovo format: un torneo decisamente più ricco.

«Inoltre, si precisa che il raggiungimento, nell’orizzonte temporale di Piano, degli obiettivi menzionati e, segnatamente, il “Raggiungimento e consolidamento dell’equilibrio economico/finanziario” e la “Significativa e strutturale riduzione dell’indebitamento finanziario netto” dipenderà prevalentemente dal rispetto di tale assunzione di carattere sportivo», conclude la Juventus.