Zhang cerca di rifinanziare con Oaktree: contatti con Sixth Street e Ares

Il presidente del club nerazzurro ha affidato l’operazione alla banca d’affari Goldman Sachs, anche se sullo sfondo resta l’ipotesi cessione.

Zhang Oaktree rifinanziamento
Steven Zhang (Foto: Emilio Andreoli/Getty Images)

Procedono su due binari paralleli le discussioni per un riassetto dell’Inter. La prima strada è quella che preferirebbe il presidente e azionista del club nerazzurro, Steven Zhang: il rifinanziamento del prestito concesso da Oaktree quasi tre anni fa e che scadrà nel maggio 2024. Parliamo di circa 275 milioni di euro con interessi al 12%, che dovranno essere ripagati a scadenza portando il conto finale a oltre 350 milioni.

Come riportato da Il Sole 24 Ore, dopo la scelta di Goldman Sachs per portare avanti l’operazione, Zhang avrebbe contattato un po’ tutti i grandi “credit fund” presenti sul mercato: le discussioni più proficue al momento sarebbero con due gruppi finanziari statunitensi, cioè Sixth Street e Ares Management, società internazionali che hanno già un forte track record nei maxi-finanziamenti al calcio.

Il primo è già stato protagonista di operazioni straordinarie che hanno riguardato il Barcellona, tra cui la vendita anticipata dei ricavi futuri da diritti tv. Il secondo, invece, ha consentito al Chelsea di raccogliere oltre 460 milioni di euro per riqualificare Stamford Bridge e per allargare il suo progetto di multiproprietà.

Zhang punta così a mantenere il controllo del club, ma c’è da capire se il progetto sia sostenibile: il problema resta quello del tasso d’interesse che potrebbe essere applicato al nuovo prestito, cioè la sua onerosità. L’altra strada – alla quale sta lavorando Raine Group – è invece quella della cessione del club, opzione che ha visto susseguirsi indiscrezioni opposte in questi mesi. Al momento, ci sarebbero due trattative parallele, delle quali una con un gruppo del Golfo Persico.