De Siervo pirateria Serie A
Luigi De Siervo (foto Imagoeconomica)

Mentre in Italia continua la gara per l’assegnazione dei diritti tv 2021-2024, con ormai svariate fumate nere nelle assemblee decisionali, per l’estero la situazione sembra più chiara. I club si son accordati all’unanimità per l’assegnazione dei diritti audiovisivi internazionali per il territorio degli Stati Uniti.

L’accordo è stato raggiunto per una cifra complessiva di 170 milioni di euro per le gare della Serie A, da aggiungere ai 6 milioni annui (18 milioni in totale) per le sfide di Coppa Italia. CBS supera così la concorrenza di Disney, che tramite ESPN aveva trasmesso il campionato italiano nel triennio precedente, presentando un’offerta migliore incrementata del 30%.

«Siamo molto soddisfatti per aver assegnato i diritti audiovisivi di Campionato e Coppa Italia, per il triennio 21/24, a una major come CBS Broadcasting. In un’area strategica come gli Stati Uniti d’America abbiamo incrementato di oltre il 30% il valore dei nostri diritti con un partner di primaria grandezza come CBS», ha detto l’amministratore delegato della Lega Serie A Luigi De Siervo.

«Quello di oggi (ieri ndr) non è un punto di arrivo, ma anzi l’inizio di un percorso di investimenti in risorse umane e contenuti editoriali funzionali a supportare la crescita costante della Serie A in tutto il Nord America. Questo risultato è il frutto del lavoro degli ultimi 18 mesi e del sempre crescente numero di proprietà americane che hanno deciso di investire nelle nostre franchigie», ha concluso l’ad sul tema.

1 COMMENTO