Fair Play Finanziario nuove regole
Foto Imago

Dal congelamento alla cancellazione. Il Fair Play Finanziario (FPF) così come lo conosciamo potrebbe aver finito il suo corso, dopo poco più di 10 anni. Come riporta la Gazzetta dello Sport, nella giornata di domani la UEFA discuterà in videoconferenza al Parlamento europeo un nuovo sistema di regole per il calcio continentale, che sarà molto diverso da quello ideato nel 2010 dal duo Platini-Infantino.

L’idea di base, secondo il quotidiano, sarà il passaggio dall’idea di “spendere quanto si incassa” a “spendere il necessario senza sprechi”. Alla luce della necessità di cambiare il sistema vi sono ovviamente gli effetti economici della pandemia, con dati disastrosi ben più del 2008, e praticamente quasi nessun club in linea con i parametri.

Il nuovo modello avrà quindi nel mirino sprechi ed esagerazioni, perché il calcio è in crisi ma gli stipendi dei calciatori e le commissioni agli agenti non accennano a diminuire: serve, in sostanza, l’aiuto dell’Unione europea.

Un’idea potrebbe essere l’introduzione di un salary cap, da camuffare in una luxury tax per garantire la conformità ai regolamenti europei: si compra un giocatore, si versa una percentuale da distribuire al sistema. Inoltre, le sanzioni sportive potrebbero essere ridotte in favore di maggiori sanzioni economiche.

In ogni caso, è improbabile che la UEFA voglia imporsi sui club senza dialogo. La crisi richiede interventi condivisi, ma bisogna fare in fretta. Non tutti saranno contenti, ma qualcosa va fatto per tutelare il sistema. Lo sanno bene le leghe straniere come quella tedesca o spagnola che da tempo hanno implementato regole più severe.

In Italia, invece, bisognerà intervenire come auspicato dal presidente Gravina che ha lanciato per primo l’idea di un tetto agli stipendi. I lavori UEFA sono già cominciati con l’obiettivo di arrivare a un’approvazione entro fine anno, con entrata in vigore dal 2022, e periodo di adattamento graduale, qualche anno, prima di andare a regime e consolidarsi meglio del sistema precedente.

3 COMMENTI