Fondo Norvegia Borussia Dortmund
Foto Imago/Insidefoto

Il fondo pensionistico statale norvegese ha ridotto le partecipazioni nelle società sportive nel 2020, portando quasi a zero la sua quota nel Borussia Dortmund, e riducendo le posizioni nei New York Knicks e Rangers, negli Atlanta Braves e nella Formula Uno.

La Norvegia è uno degli investitori più importanti del mercato azionario, dato che possiede circa l’1,5% di tutte le azioni mondiali attraverso il suo fondo da 1,3 trilioni di dollari. Tra i fondi sovrani, quello norvegese è l’unico che dettaglia annualmente le sue partecipazioni.

Come detto, nel 2020 il taglio maggiore è stato quello legato alle azioni del Borussia Dortmund. Il fondo norvegese – ha rivelato Sportico – ha ridotto le sue quote da oltre 890.000 azioni alla fine del 2019 a circa 11.000 azioni l’anno successivo.

L’investimento nelle azioni del Dortmund risale al 2018, quando il fondo ha acquistato l’1,04% delle quote societarie investendo 7 milioni di euro. Un investimento che – casualità ha voluto – si è legato nel tempo proprio a un talento norvegese: l’attaccante Erling Braut Haaland.

Già con la firma del contratto da parte del calciatore, si sarebbe verificato un guadagno di 260 mila euro. Inoltre, ogni volta che Haaland segnava e che il Borussia vinceva, il prezzo delle azioni saliva e i pensionati norvegesi avevano più capitale alle spalle.