Scontro Barcellona Setien
(Photo by MANU FERNANDEZ/AFP via Getty Images)

Scontro Barcellona Setien – Tempi difficili a Barcellona, in particolare per quanto riguarda le questioni extracampo. Oltre ai problemi finanziari per cui club si è visto costretto a ricorrere ancora una volta all’Erte, una sorta di cassa integrazione spagnola, che riguarderà questa volta i 176 tecnici di base dei blaugrana, la società catalana si vede coinvolta anche della battaglia giudiziaria con l’ex tecnico Quique Setien.

Il predecessore di Koeman, esonerato dopo la disfatta per 8-2 contro i campioni d’Europa del Bayern Monaco, ha fatto causa al club per inadempimento contrattuale. «Il Barça non mi ha risarcito, né mi ha offerto nulla. Non mi hanno nemmeno chiamato per dirmi che sono stato licenziato», ha dichiarato lo scorso dicembre Setien.

Secondo quanto riporta Cadena Ser, il Barcellona ha scritto una lettera all’ex guida tecnica della squadra, in cui nega categoricamente il pagamento restante, che si ritiene sia di circa 4 milioni di euro. Le motivazioni: «Non aveva la capacità o l’atteggiamento per allenare la squadra. Sembrava che fosse il secondo allenatore a dirigere le partite e gli allenamenti». Il quotidiano spagnolo spiega inoltre che che il club è pronto a difendere in tribunale il mancato pagamento.

Setien ha detto di aver incontrato alcune difficoltà nella gestione del gruppo squadra in particolare per quanto riguarda Leo Messi. Lo scorso novembre l’ex tecnico dei blaugrana ha dichiarato a El Pais: «Penso che Messi sia il migliore di tutti i tempi. Ci sono stati altri grandi giocatori che sono stati grandi, ma la continuità che questo ragazzo ha avuto negli anni non è stata avuta da nessuno. Leo è difficile da gestire. Chi sono io per cambiarlo se lo hanno accettato così com’è da anni e non lo hanno mai cambiato? C’è altro oltre al solo giocatore ed è più difficile da gestire rispetto a un calciatore qualunque. Molto più difficile».

SKY WIFI A SCONTO CON SKY TV E SKY Q, CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI