Real Madrid-Barcellona streaming
(Photo by CRISTINA QUICLER/AFP via Getty Images)

Barcellona cassa integrazione – Il Barcellona ricorre ancora una volta all’Erte (expediente de regulación temporal de empleo), una sorta di cassa integrazione spagnola. Stando a quanto riportato da Cadena Ser, questa volta i dipendenti destinatari della misura sono gli allenatori incaricati di allenare le future stelle del club blaugrana.

In particolare, ai tecnici di base si applicherà un Erte del 50%, con la società catalana che garantirà la copertura fino all’85% degli stipendi di questi professionisti.

Le categorie calcistiche inferiori sono ferme dallo scorso ottobre a seguito dell’evoluzione della pandemia in Catalogna, motivo per cui il club ha optato per questa misura che gli consente di risparmiare denaro nel quadro di un contenimento generalizzato delle spese, con il club che sta cercando di fare fronte a gravi problemi di liquidità.

L’ufficio risorse umane del Barcellona ha promosso questo nuovo Erte, che non è stato negoziato e viene applicato unilateralmente. L’ente ha addotto cause di forza maggiore, che ne limitano l’attività, al fine di ottenere l’autorizzazione dal Ministero del Lavoro a ridurre la giornata lavorativa di 176 allenatori di base.

Il Comitato Aziendale del club non ha accolto bene la notizia, e intende chiedere spiegazioni. Alla fine di novembre, il Barça ha concordato con i sindacati un altro erte per 77 lavoratori del club. Anche in quell’occasione la società ha coperto la retribuzione degli interessati fino all’85%.