Juventus Ariston Sponsorizzazione Nuova Partnership in Cina
Michel Platini in azione con la maglia della Juventus sponsorizzata Ariston nella stagione 1985/86 (Photo by Mike King/Allsport/Getty Images)

Il brand Ariston torna a legarsi a quello della Juventus. Dai tempi di Platini e Boniek a quelli di Cristiano Ronaldo e Dybala, il noto marchio italiano, da tempo uscito dal comparto degli elettrodomestici per focalizzarsi sui settori del riscaldamento della produzione di acqua calda sanitaria, ha infatti siglato una partnership con la società bianconera sul mercato cinese.

L’accordo, si legge in una nota di Ariston, consentirà ai brand di unire le proprie forze per un obiettivo comune.

Le due società condividono, infatti, missioni importanti e di valore: il perseguimento costante di ardue sfide, la forte e determinata ricerca di grandi risultati, la perseveranza, il lavoro di squadra e il ruolo fondamentale dei propri campioni.

“Grandi sfide meritano grandi campioni” è, non a caso, il claim della partnership che sintetizza alla perfezione questa visione comune da parte di Ariston e di Juventus.

“Sono davvero felice che Ariston abbia unito le proprie forze a quelle di Juventus”, ha commentato Paolo Merloni, Presidente di Ariston Thermo – “Entrambe le società condividono l’aspirazione comune al successo, alla perseveranza e alla creazione di grandi squadre. Questa partnership in territorio cinese testimonia ancora una volta il nostro impegno verso il mercato di quest’area, iniziato 35 anni fa con l’aspirazione di diventare uno dei marchi leader nel settore del comfort termico. Sono molto entusiasta di annunciare oggi questo prezioso accordo, che pone le sue radici nell’eccellenza italiana ma che è dotato allo stesso tempo di una visione globale”.

“Siamo orgogliosi di dare il benvenuto ad Ariston nella grande famiglia dei soci di Juventus”, ha aggiunto Federico Palomba, Managing Director di Juventus APAC,  “Questa collaborazione è il risultato di una grande sinergia, legata al patrimonio italiano e all’innovazione. Il luogo in cui è stata siglata, la Cina, rappresenta un territorio molto dinamico, con un ruolo fondamentale per entrambi i marchi. Non c’è dubbio che da qui nasceranno nelle prossime stagioni tante nuove idee, utili per un mercato così fiorente”.