Infront sentenza Consiglio di Stato

«Accogliamo con grande soddisfazione la sentenza del Consiglio di Stato, che ha ribadito le nostre competenze di advisor nel rappresentare gli interessi del nostro cliente e nel valorizzare i diritti tv del campionato di Serie A».

Infront ha commentato così, in una dichiarazione all’ANSA, la decisione dei giudici amministrativi che hanno respinto il ricorso dell’Agcm sul bando dei diritti tv della Serie A per il triennio 2015-2018.

Secondo la sentenza del Consiglio di Stato non ci furono violazioni nell’assegnazione dei diritti tv del campionato di Serie A per il ciclo in questione.

Ad essere respinto, in questo caso, è stato il ricorso dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato contro l’annullamento, deciso dal Tar del Lazio, delle sanzioni imposte dalla stessa Agcm alla Lega Serie A (1,9 milioni), al suo advisor al tempo di quel bando, Infront (9 milioni), e ai broadcaster coinvolti, Mediaset (51,4 milioni) e Sky (4 milioni).