Inter Tottenham Skriniar
Milan Skriniar (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Inter Tottenham Skriniar – Sabato 26 settembre alle ore 20.45 i riflettori saranno tutti puntati su San Siro, dove farà il suo esordio stagionale l’Inter guidata dal suo tecnico Antonio Conte. I nerazzurri affronteranno la Fiorentina, reduce dalla vittoria per 1 a 0 sul Torino.

Particolare attenzione sarà rivolta all’undici scelto dall’ex Commissario Tecnico, che potrebbe già dare alcune indicazioni sulle gerarchie tra i giocatori dell’Inter, senza però dimenticarsi del mercato. Marotta e Ausilio hanno permesso a Conte di riabbracciare Arturo Vidal, ma le mosse e i movimenti di mercato, sia in entrata che in uscita, non sono ancora conclusi.

Come riporta il Corriere della Sera, da ieri è a Milano una delegazione del Tottenham, che intende fare la spesa in Italia.
Mourinho ha chiesto Milik al Napoli per l’attacco, ma soprattutto Skriniar ai nerazzurri per potenziare la difesa. L’Inter non ha chiuso la porta, ma non intende fare sconti. La società nerazzurra ascolterà solo proposte di acquisto a titolo definitivo per una cifra tra i 50 e i 60 milioni di euro. Gli Spurs, per il momento, non vanno oltre i 40 milioni di euro. Le prossime ore saranno decisive per capire se l’operazione decollerà.

In caso andasse in porto la cessione dello slovacco, il primo nome per sostituirlo sulla lista dei dirigenti nerazzurri è quello di Nikola Milenkovic, per il quale si profila un derby di mercato con il Milan che ha da tempo messo gli occhi sul difensore della Fiorentina. Il patron dei viola, Rocco Commisso, su di lui aveva detto: «Non ho mai parlato con lui dell’ipotesi che lasci la Fiorentina. Lo voglio tenere. Milenkovic è un buon ragazzo e un ottimo difensore».

Il contratto del giovane difensore serbo è però in scadenza a giugno 2022 e non pare intenzionato a rinnovare il suo accordo con la viola, spinto dal suo procuratore, Fali Ramadani, a trasferirsi al Milan. Commisso però non intende cedere. I viola potrebbero cambiare idea soltanto di fronte a un’offerta intorno ai 40 milioni, realisticamente fuori da questo mercato povero post Covid. Per adesso i rossoneri non sono andati oltre i 20 milioni e non intendono superare il muro dei 30. L’Inter in caso di partenza di SKriniar è pronta ad inserirsi nella trattativa.