CVC, Advent e Fsi stanno preparando un'offerta congiunta per una partecipazione del 10% nella media company della Serie A
(Photo by Marco Bertorello / AFP) (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Dopo la presentazione delle offerte vincolanti, i fondi interessati alla Serie A illustreranno oggi, in videoconferenza, i progetti d’investimento per l’ingresso con un 10% nel capitale della media company, che dovrebbe nascere con il conferimento dei diritti tv per i prossimi 10 anni.

Lo riporta il Sole 24 Ore, spiegando che dall’altra parte ci saranno i 20 presidenti della Serie A, pronti a recepire le condizioni delle offerte. Se la Serie A sembra decisa a muovere passi importanti verso un cambiamento, resta da capire quale sia la strada da intraprendere.

Urbano Cairo ha aperto all’ingresso dei fondi, mentre Claudio Lotito non appare convinto dell’offerta dei private equity e avrebbe provato a sondare altre strade: da Wanda fino al finanziamento di Fortress tramite cartolarizzazione. Proprio il gruppo statunitense ha presentato lunedì la sua offerta rivista rispetto a quella precedente, dove viene ipotizzato anche un possibile ingresso di Apax in consorzio.

In ogni caso, i presidenti dovranno probabilmente scegliere tra le uniche due cordate che hanno presentato offerte comparabili: quella di Cvc, Advent e Fsi e l’altra di Bain Capital-Nb Renaissance. Sul tavolo c’è l’acquisto di un 10% della media company per una cifra compresa tra 1,4 e 1,6 miliardi per la minoranza.

L’offerta della cordata Cvc, Advent e Fsi sarebbe più alta, ma la differenza sarebbe compensata da Bain-Nb con altri fattori, come ad esempio il minimo garantito. Sarà sfida vera e ci vorrà del tempo per analizzare in modo analitico le offerte.