(Photo credit should read BEN STANSALL/AFP via Getty Images)

Chelsea spesa calciomercato – Roman Abramovich e il Chelsea stanno tornando. O meglio non se ne sono mai andati, ma il blocco del mercato imposto da una sentenza FIFA per il tesseramento illegale di giocatori minori di 18 anni nel 2019 aveva fatto uscire i Blues dai radar del calciomercato.

Il magnate russo non è mai stato un proprietario parsimonioso e in questa sessione estiva lo sta confermando, nonostante la perdita di 2,4 miliardi causata dalla crisi per il Coronavirus. Alla corte di Abramovich sono già arrivati Ziyech dall’Ajax per 40 milioni di euro e Werner dal Lipsia per 53 milioni, a cui si è aggiunto Malang Sarr, difensore centrale francese svincolatosi dal Nizza.

Presto saranno raggiunti anche dal talentuoso Kai Havertz, il cui acquisto dal Bayer Leverkusen è ormai ai dettagli. La richiesta dei tedeschi era di 100 milioni e Abramovich ha offerto 80 milioni più altri 20 di bonus.

In via di definizione anche l’arrivo del terzino sinistro del Leicester, Ben Chilwell, per 55 milioni. Infine, per blindare la difesa, sembra ormai fatta per Thiago Silva, in scadenza con il Psg. Per il difensore si parla di un contratto tra i 7 e i 10 milioni a stagione (contratto annuale e opzione sul secondo), con bonus alla firma.

In totale, solo per i cartellini si tratta di una spesa totale di circa 250 milioni di euro. Marina Granovskaia, la plenipotenziaria che ne custodisce la cassa, può intanto registrare i 74 milioni di entrate, grazie ai riscatti di Morata e Pasalic da parte di Atletico Madrid e Atalanta.

Da notare come gli acquisti siano tutti giovani, escluso il difensore brasiliano ex Milan, scelto come guida del gruppo. Il secondo acquisto più vecchio è l’esterno marocchino proveniente dall’Ajax, classe ’93. Poi ci sono Werner e Chilwell, entrambi nati nel ’96 e infine Havertz e Sarr, tutti e due classe ’99.