Chris Smalling (Photo Antonietta Baldassarre / Insidefoto)

La Roma ha chiuso il proprio campionato con la vittoria ai danni della Juventus per 3 a 1. Spazio a molti giovani e a chi ha giocato meno in entrambe le formazioni schierate da Fonseca e Sarri. Tra i titolari dell’undici giallorosso, al centro della difesa a tre, il tecnico portoghese ha scelto Chris Smalling.

Quella dell’Allianz Stadium è stata l’ultima partita del difensore inglese con la maglia della società capitolina, almeno per questa stagione. Infatti la Roma non ha trovato l’accordo con il Manchester United per prolungare la permanenza del centrale difensivo in giallorosso fino al termine dell’Europa League. Fonseca non potrà contare sull’inglese per la sfida secca con il Siviglia, match valido per gli ottavi di Europa League e che si disputerà il prossimo 6 agosto alla Schauinsland-Reisen-Arena di Duisburg, fischio d’inizio alle 18.55.

Lo United ha rifiutato l’estensione del prestito per la fase finale dell’Europa League, di cui anche i Red Devils saranno protagonisti. La situazione comunque non impedirà alla Roma di valutare nuovi tentativi di accordo con lo United in vista della prossima stagione.

Quella di Smalling non sarà l’unica assenza pesante contro gli andalusi, i quali dovranno fare i conti con il caso di positività di Gudelj. Fonseca dovrà fare a meno anche dello squalificato Jordan Veretout e per sostituirlo il tecnico dei giallorossi ha detto: «Non sto pensando molto a Mancini come centrocampista. La soluzione migliore sarà Cristante o Pellegrini». Rispetto alla gara con la Juventus saranno confermati in Germania solo tre elementi: Cristante, Ibanez e Zaniolo. Gli ultimi due, assieme a Bruno Peres, saranno inseriti nella lista Uefa da consegnare entro questa sera, da cui invece uscirà Smalling.