Aleksander Ceferin, presidente dell'Uefa (Photo credit should read FABRICE COFFRINI/AFP via Getty Images)

Il Manchester City e la UEFA cercano una distensione dei rapporti dopo la sentenza del TAS. Lo scrive il Daily Mail, spiegando che Aleksander Ceferin e Khaldoon Al Mubarak – a seguito dell’accoglimento del ricorso dei Citizens – cercano un clima disteso dopo una battaglia ostile, con entrambe le parti che esprimono «un forte desiderio di lavorare a stretto contatto per andare avanti».

In seguito alla vittoria del City sulla UEFA, i due presidenti hanno tenuto colloqui per chiarirsi dopo le ostilità dei mesi scorsi. I colloqui – che sarebbero partiti da Al Mubarak – sono andati bene, con entrambe le parti impegnate a consolidare un nuovo rapporto dopo un periodo di tensione.

Se su un fronte arrivano segnali di distensione, da altre parti gli attacchi non mancano. Il City è stato infatti attaccato duramente da Tebas, che non ha risparmiato nemmeno l’organo giudicante, il TAS, definendolo ormai morto.

Commenti duri sulla sentenza del Tribunale Arbitrale dello Sport sono arrivati anche dal tecnico del Tottenham, Josè Mourinho, e da quello del Liverpool, Jurgen Klopp. A entrambi Guardiola ha risposto ironicamente dicendo di essere disponibile a fornire chiarimenti sulla decisione di accogliere il ricorso del City.