Logo mediaset (foto Daniele Buffa/Image/Insidefoto)

Novità importante in Spagna per quanto riguarda i diritti televisivi. Movistar+ (marchio commerciale di Telefonica in Spagna) e Orange saranno gli unici broadcaster che trasmetteranno la Liga e la Champions League nel Paese durante la prossima stagione: quella 2020/21.

L’operatore francese – Orange – ha siglato un accordo con la società spagnola per l’acquisto dei diritti sul calcio nella stagione 2020/21. La conseguenza è che l’OTT di Mediaset, Mitele, smetterà di trasmettere la Liga e la Champions League solo una stagione dopo che il Biscione ha stretto un accordo con Telefónica, detentrice dei diritti di entrambe le competizioni.

Come ricorda Palco 23, l’operatore spagnolo aveva condiviso i diritti con Mediaset nella scorsa stagione, ma l’accordo non verrà esteso. I termini economici dell’accordo tra Telefónica e Orange non sono stati rivelati, ma secondo Expansión l’intesa sarà simile a quella dell’ultima stagione, valutata circa 300 milioni di euro.

In questo modo, i clienti di Mitele dovranno passare a Telefónica o Orange per guardare il calcio a partire dalla prossima stagione. Questo accordo è un duro colpo per l’offerta di contenuti di Mediaset, che a febbraio ha annunciato che la sua piattaforma di streaming poteva vantare 135.000 abbonati, di cui il 60% interessato al calcio.