Lavori terreni di gioco Serie A
(Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Non ci sono ancora date ufficiali, ma qualora la Serie A – e gli altri tornei – dovessero riprendere in questa stagione, i calciatori scenderanno in campo con le proprie squadre praticamente fino alla fine del mese di giugno.

Tra i tanti aspetti che le società devono tenere sotto controllo in vista di un’eventuale ripresa c’è anche quello legato ai campi da calcio, che dovranno essere curati nonostante l’attività si sia momentaneamente fermata. A tal proposito, scrive “Tuttosport”, gli esperti faranno recapitare nei prossimi giorni ai club una serie di raccomandazioni.

Durante l’inverno, i diversi terreni di gioco – alcuni di più (San Siro, per esempio) e altri di meno – sono stati sottoposti a forte stress. Questo può essere dunque un buon momento per gli interventi necessari a riparare i danni di un calcio che è proseguito senza sosta.

Inoltre, gli esperti hanno posto l’attenzione su quella che dovrebbe essere una primavera particolarmente calda, che dovrà portare dunque a una maggiore attenzione verso i campi, in modo tale che questi possano reggere a dovere fino a fine giugno.

Per il momento, dunque, i lavori si concentreranno sul tagliare l’erba senza dover seguire obbligatoriamente le indicazioni degli allenatori e su rimuovere le zolle dove il campo è più consumato, senza il fiato sul collo delle televisioni, che chiedono un terreno impeccabile per le riprese.

In sostanza, si potranno effettuare dei lavori meccanici che renderanno il terreno di gioco momentaneamente più “brutto”, per averlo più bello – e soprattutto duraturo – nei mesi in cui si concentreranno le eventuali partite.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here