Jorge Mendes (Photo by Stephen McCarthy/Web Summit via Sportsfile)

Era l’estate del 2012, e dopo 3 anni di Premier League il Wolverhampton ritornavano in Championship. Il sogno sembrava finito, e l’incubo si avvicinava al dramma con la retrocessione in League One dell’anno successivo. Un doppio fallimento consecutivo che sembrava far finire una delle squadre più antiche d’Inghilterra nel tunnel senza uscita delle basse serie inglesi.

La stagione 2013/2014 riparte, però, con una repentina promozione in Championship. Campionato in cui i Wolves competono senza troppe ambizioni fino all’estate 2016. Quella dell’avvento della nuova proprietà cinese, che porta una ventata di nuovo entusiasmo nella piazza inglese. L’uomo d’affari Guo Guangchang, tramite la Fosun International, acquista il 100% del club per 45 milioni di sterline. Sostituendo il vecchio proprietario Steve Morgan e garantendo, inoltre, forti investimenti sul mercato per tornare immediatamente in Premier League.

Dietro la strategia della Fosun, uno dei principali gruppi d’investimento cinese, c’è il chiaro intento di sfruttare la grande crescita del calcio in Cina, grazie all’acquisto di un club con un ottimo potenziale appartenente ad un mercato molto apprezzato in Oriente come quello inglese.

Questo acquisto, però, ha un regista con un nome molto conosciuto nel mondo del calcio: Jorge Mendes. Il super procuratore portoghese, grazie alla Gestifute, è riuscito a crearsi una figura di grande influenza nel mondo del pallone, gestendo gli interessi di grandi calciatori come Cristiano Ronaldo e allenatori del calibro di Josè Mourinho.

Nell’estate 2017 la rosa del Wolverhampton, preparata per vincere la Championship e tornare in Premier League, contava ben 6 giocatori portoghesi. Oltre all’allenatore Nuno Espirito Santo. Tutti assistiti dalla Gestifute e, quindi, da Jorge Mendes. Tra questi anche uno dei più promettenti talenti del calcio portoghese. Quel Ruben Neves prelevato dal Porto per ben 16 milioni di sterline. Un investimento importante per una squadra della seconda lega inglese.

Mendes è diventato il “burattinaio” del club inglese, che però grazie al lavoro del manager portoghese e la volontà di investire della proprietà cinese può permettersi di sognare. Pensando di diventare grande e lottare per obiettivi ambiziosi. Come dimostra il momentaneo 7° posto in classifica, nella stagione del ritorno nella massima serie inglese.

Wolverhampton, una crescita totale, in campo e fuori

La crescita societaria e il progetto Wolverhampton si riflette anche fuori dal campo. Con un lavoro a livello di comunicazione da parte del management e la volontà di sfruttare i propri canali per far conoscere maggiormente la realtà dei Wolves anche oltre i confini del Regno Unito. Partendo da numeri certamente più bassi rispetto ai grandi club inglesi, ma in crescita costante dopo l’avvento della nuova proprietà cinese e del “consigliere” Jorge Mendes.

Come risulta dall’aggiornamento dell’ultimo report pubblicato da IQUII Sport relativo al mese di marzo 2019, (clicca qui per scaricarlo!) la fanbase del Wolverhampton è la 14° d’Inghilterra considerando i principali canali online (Facebook, Instagram, Twitter e YouTube).

Fonte: Report European Football Club, IQUII Sport – 16th update
Fonte: Report European Football Club, IQUII Sport – 16th update

Rispetto all’inizio della stagione, i canali social del club evidenziano un aumento di followers di oltre il 50%. Passando dai 900k di settembre 2018 fino agli 1.4 mln di marzo 2019. E nel solo mese di marzo 2019 la crescita si è assestata intorno al 9%, la migliore tra le squadre delle prime divisioni europee.

Fonte: Report European Football Club, IQUII Sport – 16th update
Fonte: Report European Football Club, IQUII Sport – 16th update

Una crescita che parte dalla società, si traduce in risultati sul campo e ha le sue positive conseguenze anche sui canali ufficiali della squadra. Termometro di quello che è il crescente interesse attorno ad una delle realtà più interessanti affacciatasi sul palcoscenico della Premier League.

Il progetto Wolverhampton poggia su basi finanziarie solide, oltre a poter contare sulle ottime relazioni di Mendes. Come dimostra il recente riscatto di Raul Jimenez dal Benfica per 38 milioni di euro. Uno dei migliori giocatori della squadra, oltre ad essere uno degli sportivi più famosi del Messico. Investimenti che, indirettamente, permettono di far conoscere il mondo Wolves ad un numero di tifosi sempre più elevato in giro per il mondo.

L’idea di calcio di Espirito Santo rende ancora più intrigante la strada che questa squadra può percorrere. Affidandosi ad un entusiasmo giustificato dai potenti mezzi messi a disposizione di un progetto pronto ad esplodere nei prossimi anni, dopo aver consolidato la presenza dei Wanderes in Premier League.

Passo dopo passo, gradino dopo gradino, posizione dopo posizione. Gli obiettivi della Fosun International e del manager Jorge Mendes sono chiari. Dentro e fuori dal campo.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here