Cairo in Lega c'è unità di intenti
Urbano Cairo, presidente del Torino e di Rcs (Insidefoto)

Mentre il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, stuzzica la Juventus dopo l’emissione del bond da 175 milioni di euro («Facile vincere con 200 milioni di debiti»), il numero uno del Torino e di Rcs MediaGroup, Urbano Cairo, osserva con curiosità un modello diverso rispetto a quello scelto per la gestione delle proprie aziende.

«Io sono per una filosofia a cui non piace il debito, però guardo con attenzione chi fa cose diverse dalle mie, perché magari c’ è da imparare», ha osservato il presidente granata.

«Gli analisti finanziari», ha fatto notare Cairo, «molte volte valutano meno le società senza debito, per cui credo che De Laurentiis da questo punto di vista debba aggiornarsi. E anche io dovrei, siamo vecchi forse (ride)».


«In ogni caso non si parla di grandi cifre, 175 milioni sono normali per un' azienda che fattura circa 500-600 milioni. Avere debiti può essere giusto perché magari finanzi la crescita», ha concluso Cairo.

SEGUI LA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here