Premier League BT solidarietà

Premier League contro beoutQ – La Premier League ha diramato un duro comunicato contro il servizio di streaming illegale “beoutQ”, operante in diversi Stati del Medio Oriente. Il massimo torneo calcistico inglese ha spiegato di essere a conoscenza delle nuove prove presentate da beIN Media Group, che dimostrano la trasmissione illegale delle partite in Arabia Saudita, ma non solo.

La Premier League apre un ufficio a Singapore per combattere la pirateria

«Le emittenti e i licenziatari che acquisiscono questi diritti legittimamente – si legge nella nota –, come beIN Media Group, rendono disponibile la nostra competizione in tutto il mondo e il loro investimento è alla base della nostra capacità di supportare i club della Premier League in un continuo miglioramento della manifestazione».





La Premier ha fatto inoltre sapere di aver già nominato un consulente legale in Arabia Saudita per avviare un procedimento contro le parti coinvolte in questa azione di pirateria. «Come legittimi titolari dei diritti della Premier League in tutto il Medio Oriente e il Nord Africa – conclude il comunicato –, continueremo a lavorare con beIN Media Group per porre fine a questo servizio di trasmissione illegale altamente organizzato e sofisticato».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here