Urbano Cairo (Insidefoto.com)
Urbano Cairo (Insidefoto.com)

Anche per dicembre Urbano Cairo rimane in vetta alla classifica web della società “Reputation Science”, joint venture tra Community e Reputation Manager, che ogni mese pubblica i risultati di un’indagine che prende in considerazione news, menzioni, blog e social network e che certifica la reputazione dei presidenti delle squadre di Serie A.

Il fondo Blackstone porta Cairo in tribunale per via Solferino

La graduatoria prende in considerazione quattro macro-aree: l’immagine percepita (ricavata da indicatori come i suggest e le ricerche correlate), la presenza enciclopedica (wiki), la presenza sui canali del Web 1.0 (news e menzioni) e su quelli del Web 2.0 (blog e social network).

Dunque, il numero 1 del Torino, già in testa alla classifica a ottobre e novembre scorsi, stacca nettamente i suoi colleghi con 75,89 punti, risultando il manager del nostro calcio più popolare e credibile. Cairo deve l’apprezzamento nei suoi confronti al costante aggiornamento e alla rassicurazione sullo stato di salute di Walter Mazzarri, il tecnico granata colpito da un malessere a fine novembre.




La seconda posizione è invece occupata dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (53,46 punti), spesso al centro del dibattito calcistico e quindi molto ripreso da media e social. A chiusura del podio ecco invece lo juventino Andrea Agnelli (49,31), la cui posizione è motivata dalla visione positiva dell'accordo Eca-Uefa, e dal rilancio in rete delle sue dichiarazioni contro il nuovo Mondiale per Club.

juventus agnelli var uefa
Andrea Agnelli, presidente della Juventus (foto Insidefoto.com)

Come riporta “La Gazzetta dello Sport”, anche la finanza giova alla sua reputazione: in alcuni commenti, infatti, il presidente bianconero è associato all'ingresso del titolo Juve nel Ftse-Mib. Appena sotto il podio troviamo le due milanesi. Il presidente dell'Inter Steven Zhang (46,38) è quarto grazie anche all'appello per la creazione di un ponte culturale tra Cine e Italia al Salone del Mobile Milano-Shanghai. Subito sotto c'è Paolo Scaroni (45,86): il suo nome è stato oggetto di dibattito dopo la dichiarazione sul fatto che sia meglio giocare tre Champions piuttosto che vincere uno scudetto.

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here