investimenti bologna saputo bologna ammodernamento dall'ara
Joey Saputo, presidente del Bologna (Foto Insidefoto.com)

Il Bologna di Filippo Inzaghi non ha certo vissuto una prima parte di stagione esaltante. I rossoblu non sono mai riusciti a trovare continuità di risultati e, salvo qualche exploit, hanno collezionato principalmente prestazioni negative.

Bologna, bilancio ancora in rosso: da Saputo 120 milioni in quattro anni

In vista della seconda parte di campionato, il club si è mosso sul mercato per trovare dei rinforzi, che portano i nomi di Nicola Sansone e Roberto Soriano. Se ciò non bastasse a rassicurare i tifosi sul prosieguo della stagione e sul futuro, il presidente Joey Saputo ha provato a rassicurare i fan con un videomessaggio nel quale ha parlato di presente e di progetti a lungo termine.

«Con l’inizio del nuovo anno, voglio rassicurare i nostri tifosi e i nostri partner – ha spiegato – che per noi la retrocessione non è un’opzione da prendere in considerazione. Senza alcun dubbio. Abbiamo lavorato duramente e abbiamo investito troppo negli ultimi tre anni per essere nella posizione in cui siamo oggi». 




«Guardando l’attuale situazione – ha proseguito Saputo –, mi sono chiesto cosa è stato fatto e cosa sia necessario fare per essere certi di non trovarsi mai più in questa posizione in futuro. Come voi, anche io sono preoccupato ma non voglio che il mio silenzio delle ultime settimane sia confuso con una indifferenza nei confronti della società. D’ora in avanti le mie azioni parleranno più forte delle mie parole».

Filippo Inzaghi, allenatore del Bologna (Foto Sportfoto Zink / JuRa/ Insidefoto)

Saputo ha voluto poi tranquillizzare i sostenitori del Bologna, con uno sguardo rivolto al futuro: «Pur senza guardare troppo oltre e rimanendo concentrati su questa stagione, voglio assicurare a tifosi, media e partner che il club sta preparando un nuovo piano di investimenti per il futuro. Ho sempre detto di considerare una mia responsabilità riportare il Bologna a confrontarsi in competizioni internazionali e resta tuttora il mio obiettivo, ma per raggiungerlo il piano deve cambiare. E cambierà».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here