Che cosa deve fare il Napoli per qualificarsi agli ottavi di Champions
Il Napoli festeggia la vittoria per 3-1 contro la Stella Rossa (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Che cosa deve fare il Napoli per qualificarsi agli ottavi di Champions League? La vittoria per 3-1 in casa contro la Stella Rossa di Belgrado non basta al Napoli. Gli uomini di Carlo Ancelotti dovranno giocarsi la qualificazione tra due settimane ad Anfield contro il Liverpool, sconfitto ieri dal Paris Saint-Germain.

Quella di ieri al San Paolo era una partita doppia, perché legata a quanto avveniva a Parigi: se il Liverpool non avesse perso, la qualificazione degli azzurri sarebbe diventata automatica in caso di successo. Il Napoli sul campo ha fatto il suo: una doppietta di Mertens e un centro di Hamsik.

Però il PSG ha rovinato i piani, rimettendosi in gioco e superando gli inglesi per 2-1: gol di Bernat e Neymar per i parigini e di Milner per gli inglesi.

Quello degli azzurri era il girone più duro ed è ancora in bilico: anche prima delle partite di ieri erano soltanto due i punti di differenza tra le prime e l’ ultima. Ora nessun verdetto è sicuro.

Che cosa deve fare il Napoli per qualificarsi agli ottavi di Champions – I risultati a disposizione

Il Napoli arriva all’ultima partita da capolista e ha la possibilità di passare il turno sulla base di questi risultati: il pareggio basta per gli ottavi, la sconfitta andrebbe bene con un gol di scarto, ma segnando almeno un gol in caso di vittoria del PSG o addirittura 3 in caso di pareggio dei francesi a Belgrado.



Che cosa deve fare il Napoli per qualificarsi agli ottavi di Champions - Le parole di Ancelotti

«Siamo primi nel girone dopo cinque partite, credo che in pochi ci avrebbero creduto. Adesso ci dobbiamo preoccupare ma debbono farlo anche gli altri perché non abbiamo mai perso fin qui e dunque possiamo andare a Liverpool con fiducia ed a testa alta», ha  commentato il tecnico partenopeo al termine della gara.

Ad Anfield gli azzurri dovranno evitare di prendersi quelle pause che hanno un po' condizionato il risultato di ieri: «Non dobbiamo fare calcoli, dobbiamo provare a giocare meglio di loro e cercare di vincere. Abbiamo ancora un vantaggio su Liverpool e PSG e dobbiamo farlo fruttare nell'ultima partita. Era difficile immaginare che un raggruppamento così equilibrato potesse chiudersi con un turno di anticipo ed allora dovremo andarci a prendere la qualificazione ad Anfield. In Europa abbiamo dimostrato che ce la giochiamo contro chiunque e questo significa che in campionato si può fare ancor meglio».

L'obiettivo è quello di giocarsela senza timori ad Anfield. «Ripeto, andiamo a Liverpool per vincere. Il resto sono solo chiacchiere. Dovremo prendere quella partita di petto, non aspettare che ci venga addosso anche se il loro pubblico ovviamente spingerà forte e noi purtroppo non avremo il nostro come al San Paolo, dove contro di loro abbiamo fatto una bella partita. Ne ho giocate tante contro il Liverpool, qualcuna purtroppo indimenticabile, ma l'ambiente di Anfield resta eccezionale», ha concluso Ancelotti.