SHARE
Logo Uefa

Nuova piattaforma OTT UEFA – Novità in vista per quanto riguarda la Champions League e le modalità attraverso le quali i fan potranno sfruttare i contenuti relativi alla massima competizione europea per club. Guy-Laurent Epstein, direttore marketing della UEFA, ha infatti introdotto questo tema in un’intervista rilasciata a “Palco23”, spiegando che «ancora non è pronta, ma stiamo costruendo una nostra piattaforma OTT per spingerci ancora più in lì con i contenuti».

Nuova piattaforma OTT UEFA, l’obiettivo è promuovere contenuti di contorno

Una grossa novità quella anticipata da Epstein, il quale ha spiegato che la piattaforma andrebbe comunque ad affiancarsi ai media tradizionali: «Non vogliamo competere con loro, ma soltanto essere complementari». Il riferimento è a quei contenuti diversi dalle partite live, come ad esempio gli highlights dei match, gli incontri della Champions femminile e di Youth League, il Magazine Champions League e i “dietro le quinte” della competizione. La visione delle partite di Champions continuerà dunque attraverso i canali attuali per i prossimi anni, ma si sta lavorando a questa nuova possibilità.

Non solo Champions, anche la Youth League su Sky per tre stagioni

Nuova piattaforma OTT UEFA, i dati social della Champions 

Possibilità che permettano di restare al passo con i tempi, come spiega ancora Epstein: «Il panorama del sistema dei media si è trasformato molto negli ultimi anni. Ci sono ora moltissime possibilità di essere sempre on line e di offrire sempre contenuti rilevanti. Per rimanere forti sul mercato abbiamo la necessità di offrire contenuti con regolarità, puntando sulla costruzione di una comunità per la Champions. Il torneo ha infatti 65,2 milioni di seguaci su Facebook, 27,1 su instagram e 21,7 milioni su Twitter».

Eca, via libera alla terza coppa: si attende ok dell’Uefa

Nuova piattaforma OTT UEFA, introiti Champions raddoppiati dal 2014/2015

Tornando ai media tradizionali, il direttore marketing della UEFA si mostra tranquillo: «Le televisioni ci dicono che il nostro prodotto funziona e attrae spettatori, mentre gli sponsor ci dicono che il marchio è forte e non hanno intenzione di abbandonarci». I numeri dicono infatti che, se nel 2014/2015 i club si sono spartiti poco più di 1 miliardo di euro per quanto riguarda la Champions League, la cifra per questa stagione sarà di poco superiore ai 2 miliardi.

LASCIA UNA RISPOSTA: