(Giuliano Marchisciano/OnePlusNine/Insidefoto)

Juventus bilancio 2018 – L’esercizio al 30 giugno 2018 si è chiuso con un rosso di circa 20 milioni di euro per la Juventus

È quanto emerge dalla lettura dei conti semestrali pubblicati oggi da Exor che ha approvato il consolidato del gruppo nel periodo gennaio-giugno 2018 (il primo semestre per Exor, che chiude il bilancio al 31 dicembre, e il secondo per la Juventus, che chiude l’esercizio il 30 giugno di ogni anno).

La holding di casa Angelli-Elkann ha archiviato i primi sei mesi con un utile di 741 milioni di euro, in calo rispetto ai 916 milioni dello stesso periodo del 2017.

La Juventus invece nei mesi gennaio-giugno 2018 ha fatto registrare un rosso di 62,2 milioni di euro, in peggioramento rispetto allo stesso periodo di riferimento del 2017, in cui il club aveva registrato un rosso di 26,6 milioni di euro.

La Juventus il 31 dicembre 2017 aveva messo da parte il suo primo semestre dell’annata 2017-2018 con un utile di 43,3 milioni di euro, con una variazione negativa di 28,7 milioni rispetto all’utile di € 72 milioni dell’analogo periodo dell’esercizio precedente (primo semestre 2016-2017).

Seppur non sia possibile sommare il conteggio del secondo semestre juventino fatto da Exor con quello del primo semestre bianconero per ottenere il risultato di fine esercizio dei campioni d’Italia, i dati della holding restano indicativi: il bilancio 2017/18 della Juventus si chiuderà con circa 20 milioni di euro di rosso.

Sui conti della holding, che possiede il 63,77% del club, il risultato dei bianconeri incide per -39,7 milioni (erano -17 nello stesso periodo 2016) e, insieme a Welltec, l’unica tra le grandi partecipazioni a segnare, per quanto riguarda la quota Exor, un risultato negativo.

6 COMMENTI

  1. Se il merchandising all’estero è inesistente grazie alle cifre esose per le spese di spedizione , se gli sponsor sottopagano il marchio Juventus vedi Jeep e Adidas, se Marotta dà stipendi gonfiati ai giocatori sopravvalutati vedi Pjanic, il risultato è questo,anche perchè non c’è più la cuccagna del market pool della Champions dove negli ultimi anni la Juventus ha diviso al massimo con un’altra squadra italiana i premi Champions

  2. Investimenti Real Madrid nel Bernabeu dal 2000 al 2010 150 milioni di euro,previsti 400 milioni ulteriori di investimenti nel prossimo quinquennio nel Bernabeu(cifra superiore investirà il Barcellona nel CampNou).
    Circa 180 milioni di euro di incassi annui
    Costo Centro sportivo per prima squadra e giovanili Valdebebas 90 milioni di euro

    Il Real Madrid ha speso 10 milioni per Keylor, 24 per Isco, 10 per Varane,6 per Marcelo,25 per Ramos,10 per Casemiro,25 per Kroos, 42 per Modric, 35 per Benzema,15 per Ceballos,6.5 per Carvajal, 3.5 per Asensio, 90 per Ronaldo,3 per Lucas
    Giocatori arrivati tutti in età giovanile o nel miglior momento della carriera.La certificazione dell’incompetenza di proprietà e dirigenza Juventus
    Prima della gestione Elkann Agnelli la Juventus aveva gli stessi ricavi delle top europee, con loro il divario dai grandi club europei è diventato insostenibile e questo li dovrebbe costringere a cedere la società perchè non si può costruire uno stadio da 40 mila posti per una squadra come la Juventus.

  3. Esiste qualcuno più ottuso e disinformato di Adel?
    Il market pool ormai impatta poco, contano risultati sportivi e ranking, è la Juve guadagnerà 60 milioni manco giocando una partita. Se scarso Adel, stacce

    • Il Real Madrid investirà 600 milioni nel Bernabeu Il Barcellona 500 milioni nel camp nou e Agnelli che fa per competere? Un tubo dopo aver propinato per anni grazie ai media ed ultras compiacenti e conniventi , grazie a proprietari di forum juventini,la storiella dello juventus stadium che “cambia il calcio”

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here