anticipazioni maglia Juventus 2018-2019
Esultanza dei giocatori della Juventus dopo un gol di Paulo Dybala (Foto: Insidefoto)

Il Consiglio di Amministrazione di Juventus Football Club S.p.A., presieduto da Andrea Agnelli, ha approvato la Relazione finanziaria semestrale al 31 dicembre 2017.

Il primo semestre dell’esercizio 2017/2018 si è chiuso con un utile di € 43,3 milioni che evidenzia una variazione negativa di € 28,7 milioni rispetto all’utile di € 72 milioni dell’analogo periodo dell’esercizio precedente.

Tale variazione deriva principalmente da minori proventi della gestione calciatori, pari a € 45 milioni, da maggiori costi per servizi esterni e altri oneri per € 12,4 milioni e per il personale tesserato per € 7,7 milioni, nonché da maggiori ammortamenti sui diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori per € 13,5 milioni. Tali incrementi sono stati parzialmente compensati dalle diminuzioni degli oneri da gestione diritti calciatori per € 26,5 milioni e da maggiori ricavi da gestione caratteristica per € 20,7 milioni. Ulteriori variazioni hanno riguardato minori accantonamenti per € 1,9 milioni, maggiori acquisti per prodotti destinati alla vendita per € 1,9 milioni, minori imposte correnti e differite per € 4,4 milioni, nonché altre variazioni nette negative per € 1,7 milioni.

juventus bilancio 2018 semestrale

Il Patrimonio netto al 31 dicembre 2017 è pari a € 137,1 milioni, in aumento rispetto al saldo di € 93,8 milioni del 30 giugno 2017 per effetto dell’utile del semestre (€ +43,3 milioni).

L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2017 ammonta a € 279,7 milioni (€ 162,5 milioni al 30 giugno 2017). Il peggioramento di € 117,2 milioni è stato determinato dagli esborsi legati alle Campagne Trasferimenti (€ -81,6 milioni netti), dai flussi negativi della gestione operativa (€ -23,1 milioni), dagli investimenti in altre immobilizzazioni (€ -8,4 milioni), dagli investimenti in partecipazioni (€ -0,8 milioni) e dai flussi delle attività di finanziamento (€ -3,3 milioni).

Per quanto riguarda gli effetti sulla stagionalità degli incassi, anticipati rispetto alla competenza economica, si evidenzia che al 31 dicembre 2017 risultano già incassati corrispettivi contrattuali a maturazione economica futura per € 49 milioni, contabilizzati nella voce “Anticipi ricevuti”.

agnelli riforma campionati europa andrea agnelli presidente eca
Andrea Agnelli (foto Insidefoto.com)

Al 31 dicembre 2017 la Società dispone di linee di credito bancarie per € 546,1 milioni, di cui € 312,3 milioni revocabili, utilizzate per complessivi € 413,3 milioni, di cui € 97,5 milioni per fideiussioni rilasciate a favore di terzi, € 121,9 milioni per finanziamenti, € 51,7 milioni per scoperti di conto corrente e denaro caldo e € 142,2 milioni per anticipazioni su contratti e crediti commerciali.

Juventus bilancio 2018 semestrale, il mercato estivo 

Le operazioni perfezionate nella prima fase della Campagna Trasferimenti 2017/2018, svoltasi dal 1° luglio al 31 agosto 2017, hanno comportato complessivamente un aumento del capitale investito di € 89,7 milioni derivante da acquisizioni ed incrementi per € 101,9 milioni e cessioni per € 12,2 milioni (valore contabile netto dei diritti ceduti). Le plusvalenze nette generate dalle cessioni ammontano a € 74,1 milioni.

Alex Sandro esulta dopo il gol al Torino (Insidefoto.com)

L’impegno finanziario netto complessivo, ripartito in quattro esercizi, è pari a € 28,1 milioni inclusi gli oneri accessori, i premi di valorizzazione maturati entro il 30 giugno 2017 nonché gli oneri e i proventi finanziari impliciti su incassi e pagamenti dilazionati.

Juventus bilancio 2018 semestrale, la campagna abbonamenti

La Campagna Abbonamenti per la stagione 2017/2018 si è chiusa con la sottoscrizione di tutte le 29.300 tessere a disposizione per un ricavo netto di € 25,7 milioni (29.300 tessere e € 24,1 milioni nella stagione precedente), inclusi i Premium Seats e i servizi aggiuntivi.

Juventus bilancio 2018 semestrale, i fatti di rilievo dopo il 31 dicembre

Le operazioni perfezionate nella seconda fase della Campagna Trasferimenti 2017/2018, svoltasi dal 3 gennaio al 31 gennaio 2018, hanno comportato complessivamente un decremento del capitale investito di € 0,5 milioni derivante da acquisizioni ed incrementi per € 7 milioni e cessioni per € 7,5 milioni (valore contabile netto dei diritti ceduti). Le plusvalenze nette generate dalle cessioni ammontano a € 18,2 milioni.

L’Allianz Stadium di Torino (foto Insidefoto.com)

Tali operazioni generano complessivamente un effetto finanziario (inclusi gli oneri accessori, nonché gli oneri e proventi finanziari impliciti su pagamenti e incassi dilazionati) positivo per € 21,2 milioni così ripartito: € 2,8 milioni nel secondo semestre dell’esercizio in corso, € 7,6 milioni nell’esercizio 2018/2019, € 6,5 milioni nell’esercizio 2019/2020 ed € 4,3 milioni nell’esercizio 2020/2021.

Juventus bilancio 2018 semestrale, l’evoluzione della gestione

L’esercizio 2017/2018, attualmente previsto in perdita, sarà come di consueto fortemente influenzato dall’andamento dei risultati sportivi ed in particolare della UEFA Champions League.

2 COMMENTI

  1. Seguendo l’andamento dei ricavi, dovremmo chiudere a fine anno circa a 430/440 milioni di ricavi senza plusvalenze.

    In Italia abbiamo scavato un abisso, in Europa siamo ancora indietro

  2. Considerando che la politica del calcio in Italia è tutta contro…..mi sembra comunque un risultato più che positivo.
    In Italia ….e non solo nel calcio, il competitor si combatte ostacolandolo in tutti in modi possibili, mentre nel resto del mondo si prova a superarlo con strategia e metodo competitivo.

    Non si rendono conto che fanno male solo a se stessi e che così facendo non colmeranno mai il solco.
    L’unico obiettivo che potranno raggiungere è quello di aumentare l’enorme gap, ormai creato fra il calcio italiano ed il resto del calcio che conta in Europa.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here