Stadi mondiali Russia 2018 - Il Luzhniki Stadium di Mosca
Il Luzhniki Stadium di Mosca (foto: Wikipedia - Government of Moscow Press centre)

Il Mondiale di Russia 2018 vive oggi la prima giornata degli gli ottavi di finale che partiranno oggi pomeriggio alle ore 16:00 con l’attesissimo match tra Francia e Argentina.

La fase a gironi ha regalato non poche sorprese, con la roboante eliminazione della Germania e il salvataggio in extremis dell’Argentina contro la Nigeria. Per la prima volta nella storia poi c’è stato un verdetto di qualificazione dettato dal cosiddetto fair play: il Giappone, in virtù del minor numero di cartellini gialli, ha infatti eliminato il Senegal.

Vediamo dunque il tabellone aggiornato:

Ottavi di finale Mondiali Russia 2018 e valore delle rose
Ottavi di finale Mondiali Russia 2018 e valore delle rose

Ora il dettaglio con tutti i numeri della fase a gironi.

  • Valore della rosa

Il valore della rosa è stato determinate per la vittoria del girone nel 50% dei casi. Quattro squadre che comandavano tale classifica hanno infatti vinto il proprio raggruppamento: Uruguay, Spagna, Francia e Brasile. Non vi sono riuscite invece altre quattro squadre, quali Argentina, Germania, Inghilterra e Senegal. Se per i sudamericani l’ostacolo della Croazia (ormai candidata autorevole anche alla vittoria finale) è stato uno scoglio difficile da oltrepassare, non si può dire lo stesso per i tedeschi che si trovavano nel secondo girone col maggior scarto di valore tra la prima e la seconda rosa del gruppo (895M€ la rosa della Germania, 153M€ quella del Messico). Solo Francia (1410M€) e Danimarca (342M€) avevano uno scarto maggiore.

Complessivamente invece il valore della rosa ha influito sul passaggio del turno per il 11 casi su 16 (69%). Le eccezioni sono dunque state cinque:

  • Egitto (232€) a favore della Russia (132M€). Va però sottolineato che in questo caso il valore dell’Egitto è dettato per il 73% da Salah, che da solo vale comunque più della singola Russia (171M€). Tolto il fuoriclasse del Livepool il valore medio per giocatore dei faraoni è pari a 2,77M€ contro i 5,05M€ dei russi al netto del talento di Golovin (21M€).
  • Serbia (305M€) a favore della Svizzera (246M€). Valore simili tra queste due compagini, con i calciatori più rappresentativi (Milinkovic-Savic 75M€ e Xhaka 67M€) anch’essi “vicini”. Non è un caso, tra l’altro, che lo scontro diretto e quindi in buona sostanza il passaggio del turno sia stato deciso in una partita tirata, risolta all’87′ da Shaqiri.
  • Germania (895M€) a favore della Svezia (152M€). Come già detto precedentemente, è stata una vera debacle per i campioni in carica che, è vero, vincono contro gli scandinavi (all’ultimo, grazie alla magia di Kroos), ma perdono paradossalmente contro gli avversari più “morbidi” Messico (152M€) e Corea (123M€).
  • Vera bagarre infine nel gruppo H, quello più equilibrato dell’intero Mondiale. Infatti la coppa Senegal (320M€)-Polonia (293M€) ha lasciato il passo a Colombia (279M€)-Giappone (61M€). Se i cafeteros, già in partenza, potevano essere la sorpresa del girone, stesso non si può dire dei nipponici che presentano una delle rose di minor valore dell’intera competizione.
  • Valore del singolo calciatore

Un altro driver interessante può essere correlare il valore della stella di ciascuna squadra con il valore medio della stessa. In sostanza: quanto può essere decisivo un calciatore da solo? E quanto invece è il valore medio di una squadra a far la differenza.

Correlazione valore medio della rosa e valore del singolo calciatore

Ipotizzando di leggere il grafico considerando un driver di successo la presenza di un calciatore con valore sopra i 100 milioni di Euro (11 squadre ne hanno almeno uno) è possibile leggere che le uniche due compagini a non riuscirci sono state Egitto e Germania (tasso di successo 82%).

Se gli africani devono però scontare uno dei valori medi più bassi del campionato al netto della stella Momo Salah (2,77M€), il valore per singolo calciatore della rosa dei tedeschi è ben superiore all’87,5% delle partecipanti al mondiale (36,1M€).

Interessante però notare una cosa: il calciatore più “costoso” della rosa dei tedeschi è il portiere di riserva Ter Stegen (101M€) che non ha disputato nemmeno un minuto in tutta la competizione. Complessivamente dei 16 giocatori con il valore più alto del mondiale, ben sei non si sono qualificati (tasso di successo 62%): i già citati Ter Stegen e Salah, Lewandowski, Manè, Son e Milinkovic-Savic.

Interessante qua inserire il secondo concetto espresso dalla matrice: il valore medio della rosa al netto della “stella”. Fissando come parametro 10 milioni di Euro a calciatore, emerge come Germania, Serbia e Senegal non si qualifichino a fronte invece di un tasso di successo del 77%. Differentemente però dal parametro espresso in precedenza se consideriamo tale valore salgono a 13 le squadre qualificate sulle prime 16 (81%) che presentano un valore medio più elevato. Le eccezioni sono sempre rappresentate dalle tre squadre sopra menzionate.

  • Area geografica
Composizione per area geografica gironi e ottavi di finale – Mondiale Russia 2018

Il continente più rappresentato resta l’Europa, anche se le squadre scendono da 14 a 10 per effetto dell’eliminazione di Germania, Islanda, Serbia e Polonia. Il tasso di qualificazione per le squadre del vecchio continente è dunque del 71%. Più alta invece la “conversione” per le Sudamericane (80%), con 4 squadre (Brasile, Argentina, Colombia e Uruguay) qualificate su 5 (manca all’appello della sola eliminazione del Perù). Più bassi i numeri per gli altri continenti: dal Centro-Nord America resiste solo il Messico (33%, eliminate Panama e Costarica), mentre nell’area Asia-Oceania il Giappone strappa il pass al cardiopalma (20%, eliminate Corea, Iran, Arabia Saudita e Australia). L’Africa invece vede eliminate tutte le sue compagini (0%) già al primo turno: out infatti Marocco, Senegal, Tunisia, Egitto e Nigeria).

Di seguito la tabella di dettaglio:

Elenco squadre qualificate per area geografica
PrecedenteMondiali 2018, dove vedere le partite di oggi in Tv e in streaming
SuccessivoInter, LvMama.com diventa official China travelling partner