Il 2017 è stato archiviato come una pessima annata per il mercato italiano dei tv. La domanda ha perso slancio e il saldo di fine anno ha registrato un calo delle vendite in unità di poco superiore al 10% mentre, a valore, la flessione è stata del 7,3 %. Come riporta “Il Sole 24 Ore”, nel 2017 sono stati acquistati 4 milioni di schermi contro i quasi 4,5 milioni dell’anno precedente mentre lo “scontrino” segna una spesa complessiva di 1.575 milioni. L’anno prima invece ci si avvicinava a 1.700 milioni. Un tonfo rispetto al 2016, anno dalla congiuntura difficile in cui le famiglie non avevano ritrovato né la fiducia né il potere d’acquisto. Questo andamento degli acquisti in parte può aiutare a comprendere il ciclo negativo che stanno vivendo le catene specializzate impegnate a riadattare le superfici di vendita ai nuovi tempi.

Mondiali 2018, uno smartwatch Hublot sarà al polso degli arbitri

Vendite Tv con Italia fuori dai Mondiali, l’esclusione degli Azzurri contribuisce al calo

Da non sottovalutare inoltre l’esclusione dai Mondiali di calcio di Russia dell’Italia, arrivata dopo la vittoria della Svezia sulla Nazionale. Molte catene specializzate nella vendita di elettronica hanno infatti sfruttato negli anni passati la massima competizione iridata per lanciare sconti e promozioni sul mercato, legati ai risultati sportivi. Una cosa che non potranno fare quest’anno e fa presagire un 2018 non facile per i retailer.

Rocchi sarà l’unico arbitro italiano ai Mondiali

Vendite Tv con Italia fuori dai Mondiali, le previsioni evidenziano un ulteriore calo per il 2018

A dirlo sono le previsioni Gfk che evidenziano un ulteriore calo per tutta l’elettronica di consumo. Una situazione che accomuna i mercati dell’Europa occidentale salvo la Germania. Si spera invece nel cambio di generazione portato dall’Ultra Hd al traino dei contenuti 4K di Sky Q. Per quanto riguardai marchi, lo scorso anno 33 schermi su 100 erano Samsung contro i 37 del 2016. Il colosso coreano si conferma campione delle vendite con un market share del 41,3% a valore (­13%) ma arretra. Segue Lg che invece riesce a mettere a segno un +13% nelle vendite in unità e un +1%a valore grazie al successo degli schermi Oled. Sul podio anche Sony: la casa nel complesso riesce a migliorare le performance. Il settore sta assistendo al rapido passaggio verso gli schermi Ultra Hd dove si scontrano due tecnologie. Da un lato Samsung propone Quantum dot (Qled) mentre Lg dal 2014 punta all’Oled, pannelli scelti anche da Sony e Panasonic. Tecnologie che assicurano immagini con una qualità eccellente a prezzi premium.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here