James Pallotta e Walter Sabatini (foto Insidefoto.com)

Giornata piena di polemiche per James Pallotta. Dopo quella con il Milan, oggi il patron giallorosso ha punzecchiato anche Walter Sabatini, ex ds della Roma oggi responsabile dell’area tecnica di Suning Sport.

«Avevo perso molta fiducia in lui dopo i primi due anni. Non solo per il tipo di giocatori che stavamo comprando, ma un po’ di cose», ha spiegato Pallotta, riferendosi a Sabatini. «I primi due anni sono stati ottimi, ma avremmo dovuto costruire su quelli e invece lui continuava semplicemente a fare scambi», afferma riferendosi al lavoro di Sabatini.

nuovo ruolo sabatini inter suning

Puntuale, nel pomeriggio, è arravata la replica dello stesso Sabatini. “Ho sempre ammirato la genialità del presidente della Roma, James Pallotta, puntualmente riconfermatasi quando ha deciso di accettare le mie dimissioni a settembre e non a maggio quando le avevo presentate”, le parole del dirigente.

“Nonostante la sfiducia che Pallotta oggi lamenta ho quindi dovuto e voluto completare la campagna acquisti che per sua fortuna ha portato la mia squadra ad ottenere 87 punti in campionato e a garantire 120 milioni di introiti al 30 giugno, permettendogli di passare un’estate esaltante come si evince dai giudizi espressi su cose e persone – ha proseguito Sabatini”.

roma azioni borsa disastro risultati europei
James Pallotta. (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

“Auspico – fa sapere Sabatini all’Ansa – che la Roma possa in futuro ribadire classifica e introiti con i calciatori individuati ed acquisiti dalla nuova gestione permettendo a Pallotta di continuare ad inebriarsi dell’idea di se stesso e della sua presidenza”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here