norme acquisto club calcio
Damiano Tommasi, presidente dell'AIC (foto Insidefoto.com)

 

Ri-cambiare il calendario della Serie A appena approvato dalla massima Lega italiana e cancellare con un tratto di spugna il turno della Befana, a favore di una nuova giornata di campionato tra Natale e Capodanno, da giocare il 27 dicembre. La speranza è espressa dal numero uno dei calciatori italiani, Damiano Tommasi presidente dell’Assocalciatori. “Non so quali siano le facoltà del commissario e le possibilità di discutere un calendario già approvata dall’assemblea della Lega Serie A precedente all’intervento del commissario. Vediamo se c’è la possibilità“, ha detto l’ex centrocampista della Roma.

Come racconta Tommasi, da parte dei giocatori era stata avanzata un programma preciso con tutti i match per i prossimi campionati, ma a quanto pare i club non lo hanno ancora preso in considerazione: “Noi abbiamo proposto di giocare più o meno con lo stesso calendario condiviso con la Lega Pro e la Serie B, vediamo cosa ci dicono”, ha detto prima dell’assemblea generale dell’Aic.

Secondo Tommasi, va bene giocare il 23 e il 30 dicembre, come scelto dalla Lega nelle scorse settimana, ma bisognerebbe aggiungere un turno il 27 dicembre e fermarsi poi per un mese, fino alla ripresa del 28 gennaio. Nella settimana precedente si inserirebbero poi i quarti di coppa Italia, previsti invece dalla Lega a cavallo fra dicembre e gennaio.

“La proposta che avevamo avanzato non l’hanno discussa nell’assemblea in cui non si è eletto il presidente – ha spiegato Tommasi – Qualche club era interessato, altri non so se lo sapessero, non abbiamo avuto feedback: si sa com’è la Serie A, non è così facile la situazione“.