nuovo stadio fiorentina
Il progetto del nuovo stadio della Fiorentina
Il Comune di Firenze ha indicato in nove mesi e mezzo in tutto il termine entro il quale la Fiorentina e la famiglia Della Valle dovranno presentare il piano finanziario per la costruzione del nuovo stadio sull’area del Mercafir, compresa l’indicazione del partner finanziario che dovrà accompagnare l’investimento da complessivi 420 milioni della cittadella commerciale. Lo riporta Repubblica nell’edizione fiorentina, sottolineando che senza il piano economico e finanziario (PEF) il progetto del futuro stadio della Fiorentina appena presentato scade infatti a mero disegno.
Con il PEF il club gigliato e la proprietà dovranno pertanto dire esattamente quanto sarà l’investimento, in che tempi sarà effettuato, con quali risorse e quali prospettive di ricavi.
Con una delibera approvata venerdì scorso, la giunta guidata dal sindaco Dario Nardella ha fissato il termine del 31 dicembre 2017. Non è propriamente un ultimatum, perché ulteriori proroghe sono sempre possibili. È però il tentativo di far aderire il sogno da 420 milioni di euro alla realtà: se la Fiorentina ribadisce nella lettera d’accompagnamento del progetto che tutto sta in piedi solo a patto di trovare «investitori che siano effettivamente disponibili a partecipare all’operazione», Palazzo Vecchio ribatte che i Della Valle non hanno un tempo infinito.
«La partita tra Fiorentina e Comune si allunga alla fine del 2017, ma chi è che rimarrà con il cerino in mano?», si chiede Tommaso Grassi di Sinistra italiana. Confessandosi sorpreso per le ‘assenze’ rilevate nella documentazione fin qui presentata dai Viola. Quali assenze?
La stessa delibera parla di un progetto «privo, oltreché del Pef e dello schema di contratto, anche di altri elaborati progettuali».
Il motivo? La stessa delibera dice che la Fiorentina «dichiara di non aver potuto redigere il PEF a causa della mancata conclusione della procedura per il ricollocamento della Mercafir». Che senza i tempi dello spostamento del mercato e della piena disponibilità dell’attuale Mercafir, in sostanza, non si può definire il Piano economico.
Palazzo Vecchio, come più volte detto dal sindaco Nardella, ribatte che l’iter sarà concluso entro quest’anno. E fissa così la stessa scadenza per la Fiorentina: «Contiamo per la fine dell’anno di completare le pratiche urbanistiche», conferma l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini. E di mettere così in condizioni i Della Valle di avere tutte le garanzie circa la disponibilità dell’area Mercafir.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here