Eredivisie campionato esports

Il mondo del calcio sembra essere davvero conquistato dagli esports, ritenuti una nuova leva per poter incrementare i ricavi e sono quindi numerosi i club che hanno deciso di rendersi protagonisti in questo ambito. In Olanda ora si è deciso di organizzare un vero e proprio campionato denominato E-Divisie League.

Come indicato da Espn.com, le diciotto squadre che militano in Eredivisie avranno così la possibilità di sfidarsi tra loro a FIFA 17. Questo potrebbe generare ulteriore interresse nei confronti del campionato “orange” dove spesso i club più importanti scovano giovani talenti. Il primo appuntamento per le sfide è fissato per il prossimo 6 febbraio.

 

Anche chi non potrà essere presente per seguire le partite dal vivo potrà essere coinvolto e vivere appieno l’adrenalina del momento grazie alle dirette previste su Youtube, Twich.tv e Fox Sports Olanda, che ha iniziato a dedicare parte del suo palinsesto agli esports dallo scorso marzo.

Jurian Van de Meer, direttore commerciale della società di produzione Endemol Shine Nederland, che produce Fox Sports Olanda, ha voluto spiegare come sia nata l’idea di concentrarsi sul torneo: “Produrre contenuti per diverse piattaforme è perfettamente in linea con la nostra strategia attuale e per questo abbiamo cercato di acquisire maggiori competenze in questo ambito. Ci auguriamo quindi che la E-Divisie possa avere grande successo”.

Grazie a questa mossa la Eredivisie segue le orme della Ligue 1, che a novembre 2016 ha lanciato la e-Ligue 1, il primo torneo ufficiale di e-Sports direttamente collegato ad un campionato reale, in questo caso il campionato francese.

Anche in Italia solo pochi giorni fa la Sampdoria ha annunciato l’ingaggio di Lonewolf92 (vero nome Mattia Guarracino), che rappresenterà il club blicerchiato nei vari tornei internazionali.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here