Milano Portello nuova sede Rai
(Foto Insidefoto.com)

Ancora agitazione a Saxa Rubra. L’assemblea dei redattori ha infatti affidato al CdR un pacchetto di tre giorni di sciopero e chiedendo un incontro urgente con il direttore Gabriele Romagnoli.

«L’Assemblea di Raisport esprime profonda preoccupazione sul momento della Testata – si legge in una nota -. Il quadro è particolarmente confuso in tema di diritti sportivi e l’annunciato taglio di budget segna un ulteriore impoverimento nello sviluppo della Testata. Inoltre, la prossima chiusura di Raisport 2, a fronte degli spazi di palinsesto persi sulle reti generaliste, è da considerarsi inaccettabile. A questo proposito, sembra particolarmente grave l’annunciato spostamento della trasmissione “Nazionali”, prevista inizialmente su Raitre in seconda serata e trasferita nella terza serata inoltrata di Raidue».

cdr chiusura raisport 2 sciopero
(Insidefoto.com)

«Il piano di digitalizzazione della Testata resta tuttora profondamente incerto sui tempi, nonostante l’impegno preso dal Direttore Romagnoli, in sede di piano editoriale, di completare il processo entro quattordici mesi. Per tutto questo, l’Assemblea affida al CdR un pacchetto di tre giorni di sciopero. In base al documento dell’Assemblea – conclude la nota -, il CdR e il Fiduciario chiedono un incontro urgente con il Direttore».

Il CdR dovrà quindi incontrare l’azienda, per poi decidere se e quando scioperare. Ora il cdr dovrà incontrare Azienda e direttore per rispettare i termini di leggi, visto che si tratta di un servizio pubblico, poi deciderà quando (e se) scioperare. Intanto, mentre gli ascolti delle partite in chiaro continuano a restare alte, non sembra fermarsi l’emorragia di ascolti delle trasmissioni sportive storiche della rete pubblica, il tutto in attesa di capire quali saranno le novità per quanto riguarda i diritti tv della Champions League.