valore cessione kondogbia inter
Geoffrey Kondogbia (Foto Insidefoto.com)

Valore cessione Kondogbia – Geoffrey Kondogbia firma per l’Inter nell’estate del 2015 dopo un’esaltante trattativa al fulmicotone con i cugini del Milan. Per i diritti alle prestazioni calcistiche del francese, i nerazzurri sborsano 32.474.000 € (tra “cartellino” e commissioni all’agente, ma al netto dei bonus) a fronte di un contratto quinquennale (fino a giugno 2020) da circa 3,5 milioni di Euro a favore dello stesso giocatore.

Mettiamo un po’ di ordine tra questi numeri. Durante il suo primo anno nerazzurro Kondogbia è costato, come input di Conto Economico, 13,494 milioni di Euro: 6.494.800 € di ammortamento (ripartizione di un costo sostenuto per l’acquisizione di un bene la cui durata è pluriennale) e 7.000.000 € di ingaggio lordo (stimato considerando la tassazione al 50%). Il costo storico, e qui è inserito un ulteriore elemento di criticità, ridotto del fondo ammortamento maturato nell’esercizio, avrebbe teoricamente prodotto un carico residuo (somma ancora da ammortizzare) a inizio della stagione in corso di 25.979.200 €.

Valore cessione Kondogbia, il peso dei bonus

Tuttavia nel corso della stagione 2015/2016 si sono verificate le condizioni tali (i bonus a favore della società AS Monaco) per cui il prezzo reale finale di Kondogbia iscritto nel bilancio del Gruppo FC Internazionale è di 40.501.450 €: per questo motivo il valore di carico residuo del francese all’inizio della stagione in corso è pari a 34.006.650 €. Proiettando l’ammortamento di tale quota sui quattro anni di contratto residui, l’impatto a bilancio di tale voce aumenta in maniera consistente passando da quasi 6,5 milioni di Euro a 8.501.662 € (+30%). Per questo motivo l’impatto a bilancio (specifichiamo sempre tra gli input di Conto Economico) del francese sale a 15,001 milioni di Euro all’anno.

Che cosa significa questo? Innanzitutto che traghettando il ragionamento al 2020, l’Inter ha ancora – al netto dell’ingaggio – più di 34 milioni di Euro da “spesare” alla voce ammortamenti per il giocatore e che, in caso di cessione, sarebbe stata necessaria (in estate) la stessa cifra per non incorrere nell’iscrizione di una minusvalenza a bilancio (calcolata come prezzo di cessione – valore di carico residuo).

valore cessione kondogbia inter
Impatto Kondogbia sui conti del Gruppo FC Internazionale Milano (2015/2016). *L’aumento di tale posta è generato dal verificarsi delle condizioni abilitanti il pagamento di bonus.

Negli ultimi tempi si sono fatte più insistenti le voci che vorrebbero il francese sul mercato sia per le prestazioni al di sotto delle aspettative, sia per l’obbligo dei nerazzurri a vendere per sistemare i conti in ottica FFP.

Ma qual è il prezzo che l’Inter dovrebbe esigere da un eventuale compratore per riuscire a quadrare i conti? Secondo le stime di CF – calcioefinanza.it, se i nerazzurri venderanno Kondogbia, dovrebbero pretendere non meno di 29,757 milioni di Euro durante il mercato invernale e 25,507 milioni di Euro durante il mercato estivo da un eventuale compratore per non incappare in una minusvalenza di bilancio.

valore cessione kondogbia inter
Impatto Kondogbia sui conti del Gruppo FC Internazionale Milano (stagione corrente). * L’aumento di tali voci è conseguenza del verificarsi delle condizioni abilitanti il pagamento di bonus.

Valore cessione Kondogbia, le possibilità sul mercato

Scendendo nel dettaglio operativo ai nerazzurri si presentano due ipotesi nel mercato di gennaio:

  1. Vendere il giocatore (si vocifera di un interessamento del Liverpool)
  2. Cederlo in prestito (con un diritto/obbligo di riscatto a fine stagione)

Considerando che nella stagione corrente l’Inter ha già contabilizzato 7,750 milioni di Euro in input di Conto Economico per Kondogbia, l’obiettivo della simulazione è stato quello di trovare il valore che rendesse minimo l’esborso per la seconda parte della stagione, nella prospettiva ultima di rientrare nei parametri del FFP.

Nel primo caso, trasferimento definitivo, come detto in precedenza, il valore da esigere per non iscrivere minusvalenze a bilancio è di 29,757 milioni di Euro, ossia il valore della quota investimento ancora da ammortizzare (carico residuo). Tuttavia il ragionamento potrebbe essere ulteriormente raffinato secondo una logica TCO (total cost of ownership): i nerazzurri, per avere un impatto a somma 0 sul proprio Conto Economico, potrebbero teoricamente decidere di vendere Kondogbia a 22,007 milioni di Euro iscrivendo sì una minusvalenza nel proprio bilancio, ma di importo esattamente uguale al risparmio di ingaggio e di quota ammortamento per la seconda parte della stagione. Secondo la prima ipotesi dunque la cessione del francese a un valore pari al suo carico residuo porterebbe un beneficio indiretto sui conti, inteso come minori costi pari a 7,750 milioni di Euro, mentre la seconda ipotesi rende nullo l’impatto dei costi legati a Kondogbia sui conti dell’Inter per la seconda parte di stagione.

valore cessione kondogbia inter
Impatto cessione Kondogbia sui conti del Gruppo FC Internazionale Milano. *Calcolati secondo ripartizione lineare nell’esercizio.

Nel secondo caso invece serve fare una premessa: l’ingaggio del giocatore potrebbe essere interamente o parzialmente pagato dalla società che decide di acquistare temporaneamente il giocatore. Essendo un prestito, il diritto alle prestazioni del calciatore resta iscritto nel bilancio del Gruppo Inter: per questo motivo la società sarà tenuta a contabilizzare 4,250 milioni di Euro di ammortamento per la seconda parte della stagione 2016/2017.

Nella prima ipotesi la società che decide di avvalersi delle prestazione di Kondogbia, paga l’intero ingaggio e una fee per il prestito di 750 mila Euro (soluzione teorica ottimale): in questo modo la somma di tali importi è esattamente uguale all’esborso che i nerazzurri contabilizzano per l’ammortamento.

Nella seconda ipotesi, fermo restando che la quota ammortamento è sempre a carico dei nerazzurri, stipendio lordo e prezzo di prestito sono variabili cui valore obiettivo è quello di minimizzare l’impatto degli input di Conto Economico per i nerazzurri nella seconda parte della stagione: più l’ingaggio è pagato da terzi e più aumenta la fee per il prestito, minore sarà chiaramente l’impatto sui conti.

valore cessione kondogbia inter
Impatto prestito Kondogbia sui conti del Gruppo FC Internazionale Milano. *Calcolati secondo ripartizione lineare nell’esercizio.