Manuel Locatelli esulta dopo il gol dell'1-0 in Milan Juventus (Insidefoto.com)
Manuel Locatelli esulta dopo il gol dell'1-0 in Milan Juventus (Insidefoto.com)

Ricavi stadio Milan 2016 – Il Milan si avvia a chiudere l’esercizio 2016, probabilmente l’ultimo sotto il controllo della Fininvest della famiglia Berlusconi, con ricavi da stadio raddoppiati rispetto ai 16,68 milioni dell’esercizio 2015 (si veda l’utimo bilancio approvato).

Secondo le stime di Calcio e Finanza, il Milan dovrebbe chiudere l’esercizio 2016 con ricavi da stadio superiori ai 30 milioni di euro. Le 16 partite di campionato disputate a San Siro nel 2016 hanno finora portato nelle casse del club di Via Aldo Rossi un incasso complessivo di 19,8 milioni.

Ricavi stadio Milan 2016, gli incassi delle partite di campionato
Ricavi stadio Milan 2016, gli incassi delle partite di campionato

A questi si aggiungono gli incassi per le due partite casalinghe di Coppa Italia disputate dal Milan tra gennaio e marzo 2016 e la quota parte dell’incasso della finale del 21 maggio all’Olimpico contro la Juventus, per complessivi 1,7 milioni.

Ricavi stadio Milan 2016, gli incassi della Coppa Italia
Ricavi stadio Milan 2016, gli incassi della Coppa Italia

Il saldo parziale è di 21,5 milioni, cui vanno aggiunti i proventi generati dalla partecipazione all’International Champions Cup, dove il Milan è sceso in campo contro Bayern Monaco (il 28 luglio 2016 al Soldier Field di Chicago), Liverpool (31 luglio al Levi’s Stadium di Santa Clara) e Chelsea (4 agosto al US Bank Stadium di Minneapolis), quelli dell’amichevole del 16 luglio in casa del Bordeaux e del Trofeo Tim dell’11 agosto con Celta Vigo e Sassuolo, e gli incassi delle prossime 4 gare a San Siro nel campionato di Serie A 2016-2017, tra cui il derby con l’Inter del 20 novembre.

Nel 2015 dalle amichevoli estive, compresa l’International Champions Cup, il Milan ha incassato circa 5 milioni. Nel 2016 i proventi per la partecipazione all’ICC dovrebbero essere maggiori, considerato che il torneo organizzato dal miliardario americano Stephen Ross ha visto i propri ricavi aumentare in modo importante rispetto all’edizione precedente. Per prudenza abbiamo tuttavia stimato che nel 2016 il Milan incassi dalle amichevoli la stessa cifra del 2015, quindi 5,09 milioni.

L'irrefrenabile gioia di Adriano Galliani dopo la vittoria del Milan sulla Juventus (Insidefoto.com)
L’irrefrenabile gioia di Adriano Galliani dopo la vittoria del Milan sulla Juventus (Insidefoto.com)

Conservativa anche la stima dei ricavi delle prossime 4 gare casalinghe a San Siro. Per il derby con l’Inter, che nelle due ultime partite giocate in casa del Milan (23 novembre 2014 e 31 gennaio 2016) ha sempre fruttato alle casse rossonere più di 3 milioni di euro, abbiamo prudenzialmente stimato un incasso non superiore ai 3 milioni. Anche se è probabile che il dato sarà ampiamente più alto, visti i 3,7 milioni incassati nella sfida a San Siro vinta contro la Juventus per 1-0.

Per le gare con Pescara (in calendario il 30 ottobre), Crotone (4 dicembre) e Atalanta (18 dicembre), abbiamo preso come dato prudenziale un incasso di 500 mila euro. Anche se va evidenziato che nel 2016 gli incassi sono stati inferiori a questa soglia solo in occasione della partita con la Lazio dello scorso 20 settembre (26.464 spettatori per un incasso di 469 mila euro circa).

Complessivamente, da qui alla fine dell’anno, nelle casse del Milan dovrebbero arrivare almeno altri 4,5 milioni, che portano il saldo finale a 31,09 milioni, circa il doppio rispetto ai 16,68 milioni del 2015.

Ricavi stadio Milan 2016, le ragioni dell’exploit

Ma a che cosa è legata questa impennata dei ricavi da stadio? La prima (e sicuramente più importante) ragione è legata alla maggiore presenza di partite di cartello nell’anno solare 2016 rispetto al 2015. Ciò è legato al fatto che il Milan chiude l’esercizio al 31 dicembre e dunque la composizione del calendario della Serie A influenza la distribuzione dei big match casalinghi nel corso dei vari esercizi sociali.

Nel 2015, ad esempio, il Milan ha giocato in casa solo due big match: quello con il Napoli del 4 ottobre (1,6 milioni di incasso) e quello con la Roma del 9 maggio (966 mila euro di incasso).

Nel 2016, invece, il Milan ha già giocato in casa ben tre partite in cui San Siro è andato sold out o quasi: il derby contro l’Inter del 31 gennaio (stagione 2015-16), la sfida con la Juventus del 9 aprile (2015-16) e quella con i bianconeri del 22 ottobre (stagione 2016-17).

L'atmosfera unica di San Siro in occasione del derby Milan Inter (Insidefoto.com)
La coreografia della Curva Sud in occasione del derby Milan Inter del 31 gennaio 2016 (Insidefoto.com)

Da sole queste tre partite hanno portato nelle casse del Milan oltre 10 milioni di euro, cui potrebbero aggiungersi altri 3 milioni (forse più) dall’incasso del derby con l’Inter del 20 novembre.

Ricavi stadio Milan 2016, il calo degli abbonati

Nonostante il raddoppio dei ricavi da stadio atteso per l’esercizio 2016 e il record di incassi fatto segnare nella partita del 20 ottobre con la Juventus (3,69 milioni di euro grazie ai 75.829 spettatori presenti a San Siro), la media spettatori per le partite interne del Milan in questo avvio di stagione (38.918 spettatori medi nelle prime cinque partite casalinghe) è di poco superiore a quella della stagione 2015-2016 (37.861 spettatori medi), mentre è in flessione rispetto alla media delle partite disputate da gennaio a maggio (40.357 spettatori medi).

In particolare gli abbonati del Milan nel 2016-2017 sono calati a 14.905 rispetto ai 19.527 della stagione 2015-2016 e ai 19.504 della stagione 2014-2015.

La vittoria sulla Juventus in un San Siro gremito e il secondo posto nella classifica di Serie A potrebbero tuttavia riaccendere l’entusiasmo dei tifosi rossoneri, facendo salire gli incassi delle prossime quattro partite a San Siro nel 2016 oltre i 4,5 milioni prudenzialmente stimati da Calcio e Finanza.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here