formula gironi Mondiale 2026 livello tecnico più alto
(Insidefoto.com)

Marcello Lippi ct della Cina quanto guadagna l’ultimo italiano campione del mondo? Come accade spesso quando ci si approccia con il blindato mondo cinese, di cifre ufficiali non ne circolano, ma diversi organi di stampa asiatici e occidentali sono concordi su quanto incasserà l’ex allenatore della nazionale italiana per guidare i calciatori cinesi: un totale di 20 milioni di euro a stagione. Non tutto sarà sborsato dalla Federcalcio cinese (CFA) che si accontenterà di pagare per circa un terzo l’allenatore di Viareggio (4.5 milioni), il resto sarà messo sul piatto dal Guangzhou (15.5), il suo vecchio club per il quale Lippi farà da consulente. Il contratto scadrà a gennaio 2019.

Il Guangzhou – laureatosi ieri campione di Cina per la sesta volta consecutiva – è la società di proprietà del gruppo Evergrande e di Jack Ma, numero uno del colosso dell’ecommerce Alibaba. Il club è stato il primo ad attirare gli sportivi occidentali in Cina, con il testa proprio Lippi che divenne allenatore della squadra nel 2012: una Champions League asiatica, tre campionati cinesi e una Coppa di Cina il suo bottino.

L’ingaggio da parte della nazionale di un allenatore con così tanta esperienza si inserisce pienamente nel processo di rafforzamento del comparto-calcio da parte del governo di Pechino che punta sul pallone per affermarsi come potenza a tutto tondo. Il piano di Xi Jinping è noto: oltre ad attirare sportivi di primissimo livello in Cina, il governo sostiene gli imprenditori del Paese con l’ambizione di rilevare squadre di calcio in Europa – e questo è accaduto su piazze importanti come Madrid, sponda Atletico, e, ovviamente, Milano.

Il sogno dell’esecutivo cinese è riuscire a costruire una generazione di fenomeni in grado di fare della nazionale in rosso una legittima pretendente per la vittoria della Coppa del Mondo. È chiaro che portare sulla panchina Lippi, ultimo italiano ad aver alzato il trofeo più importante fra tutti, punta ad avvicinare la Cina al suo obiettivo. Per lui, tuttavia, sarà complicato centrare la qualificazione: la Cina è attualmente ultima nel girone di qualificazione per Russia 2018 con un solo punto dopo quattro partite. Davanti a lei: Iran, Uzbekistan, Corea del Sud, Siria e Qatar.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here