Fabio Capello (Insidefoto.com)

«Il Milan di Berlusconi è stato un Milan stellare, ha vinto dappertutto e tutto. Io parlo con rammarico di questa situazione ma abbiamo visto che ci vogliono le risorse importanti per essere competitivi in Europa. Guardavo proprio i bilanci delle varie società e il Milan è a 200 milioni e quelli che contano sono a 600 milioni. Ci vogliono le risorse per essere competitivi e quindi speriamo che questi cinesi siano più che mai all’altezza. Io me lo auguro perché altrimenti non sarebbe una cosa bella». Così Fabio Capello ha commentato ai microfoni di Sky Sport l’attuale momento societario del club rossonero, in attesa del closing per la cessione dalla Fininvest della famiglia Berlusconi alla cordata cinese riunita nel veicolo Sino-Europe Sports Investment.

Un livello di ricavi, quello indicato da Capello per il Milan, che secondo quanto riportato ieri da Bloomberg la cordata cinese intenderebbe raggiungere in un arco temporale di 5 anni, anche attraverso l’apertura verso il mercato asiatico.

Questo è il target indicato nei documenti predisposti da Sino-Europe Sports Investment per giustificare un possibile incremento valutazione del club nel medio termine fino a 2,9 miliardi (dunque superiore ai 740 milioni cui il Milan è stato valutato attualmente dai cinesi) e convincere nuovi investitori asiatici a sottoscrivere quote del veicolo societario che acquisirà il controllo del Milan.

Secondo Bloomberg, infatti, il consorzio, al momento dell’accordo con Fininvest, non aveva ancora a disposizione le finanze per completare l’acquisizione del Milan. Una ricostruzione che ha destato qualche preoccupazione tra i sostenitori del Diavolo.

«Siamo nella fase finale di acquisizione del Milan e abbiamo fornito informazioni sul progetto ai partner finanziari esistenti ed alle altre parti interessate, come parte del processo di chiusura che sarà completato alla fine di quest’anno. L’acquisizione di fondi sarà interamente in essere allo stesso tempo», ha chiarito Sino-Europe, in una mail indirizzata a Bloomberg, confermando che la trattativa di acquisto del Milan continua nei tempi stabiliti con Fininvest, con il closing che dovrebbe pertanto avvenire entro la fine del 2016.

Su questo punto si è pronunciato anche lo stesso Capello. «Io spero che tutto vada nel verso giusto come è successo con l’Inter e soprattutto che il closing si faccia al più presto per poter permettere alla squadra di pensare al futuro, di pensare ad eventuali acquisti anche se a gennaio è un po’ più difficile trovare giocatori molto buoni se non li strapaghi».

L’ex tecnico rossonero si è infine espresso a favore dell’inserimento di un’ex campione del Milan del passato nel nuovo organigramma societario. «E’ una cosa importante che un milanista doc faccia parte del gruppo».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here