L’Islanda si “svuota” per Euro 2016. Secondo la Federazione islandese, infatti, il 6% della popolazione sarà in Francia per la sfida contro il Portogallo.

Stando alla stima della KSI, la Federcalcio nordica, saranno infatti 20mila i tifosi presenti a Saint-Étienne questa sera (alle 21) per l’esordio agli Europei. Si tratta, come detto, del 6% dell’intera popolazione dell’Islanda, che è il paese più piccolo che sia mai riuscito a qualificarsi con i suoi 330mila abitanti, meno di Catania.  Quasi un esodo dall’isola nordica.

Per fare un paragone, è come se circa 3,5 milioni di tifosi italiani avessero deciso di assistere alle gare della Nazionale azzurra in Francia, oppure fossero arrivati nel paese transalpino 4,8 milioni di supporter tedeschi. Numeri da record, anche grazie al fatto che «molti islandesi vivono in altri paesi – come riporta la KSI -. Circa il 10% infatti di coloro che sono nati in Islanda vivono oggi all’estero».

Numeri comunque decisamente inferiori rispetto al resto delle nazionali presente, anche per quanto riguarda il “bacino” dei calciatori. Se infatti l’Italia ha circa un milione di tesserati, l’Islanda ne ha solamente 23mila (33mila invece giocano frequentemente), di cui 15mila maschi, 3mila adulti e solo 100 professionisti, come riporta l’Equipe.

tifosi islanda euro 2016

 

Ma l’Islanda non è arrivata agli Europei per fare da comparsa: «Questo è il momento più grande nella sua storia – le parole del ct degli islandesi, lo svedese Lars Lagerback – Non vediamo l’ora di cominciare, e speriamo di dar fastidio al Portogallo». «Ronaldo è uno dei migliori giocatori del mondo e noi cercheremo di annullarlo. Li ho visti giocare senza Ronaldo e hanno giocatori molto dotati, ma è chiaro che senza di lui la squadra lusitana perde un po ‘di quell’arte – ha concluso Lagerback, ex ct della Svezia -. Ovviamente non piangerò se Ronaldo non sarà nell’undici titolare».

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here