Ranking FIFA Italia 15esima top Argentina – Scivola al 15esimo posto del ranking FIFA la Nazionale italiana di calcio guidata da Antonio Conte. Dopo le ultime amichevoli pre-Europeo, il pareggio in casa con la Spagna e la pesante sconfitta contro la Germania, gli azzurri perdono una posizione, superati dalla Turchia che scala 7 caselle. In vetta non c’è più il Belgio, ora seconda nazionale al mondo, ma l’Argentina che guadagna una posizione. Chiude il podio il Cile che segna un +2 rispetto alla classifica precedente e conquista il miglior risultato della sua storia. Tra le nazionali europee che si sfideranno tra giugno e luglio in Francia, dopo il Belgio, le migliori sono la Germania e la Spagna: siedono al quinto e al sesto posto della classifica mondiale, ma entrambe sono in calo (rispettivamente -1 e -3 nel ranking FIFA).

A dire il vero, la top ten delle nazionali UEFA vede molti segni meno, con la sola Turchia in volata. L’Italia è nona, preceduta dalla Svizzera e seguita dall’Olanda. Tra le 24 Nazioni che parteciperanno al torneo continentale, l’unico scatto evidente è quello della Turchia, ma migliorano anche l’Ucraina (+5, 22esima al mondo) e la Polonia (+4, 27esima per la Fifa).

Top ten delle nazioni UEFA nel ranking FIFA
Top ten delle nazioni UEFA nel ranking FIFA

Segnali negativi per alcune delle sorprese delle qualificazioni a Euro 2016: l’Albania perde in totale dieci posizioni rispetto all’ultimo ranking, è 45esima a livello mondiale e occupa la casella numero 29 tra le nazioni UEFA. Male anche il Galles (-7), la Slovacchia (-6) e la Croazia (-5). La Bosnia Erzegovina, che non parteciperà agli europei, è 20esima al mondo, migliora di una posizione e supera la Francia: Parigi si deve accontentare del 21esimo posto a livello mondiale e del 14esimo in Europa.

Interessante incrociare il punteggio delle squadre europee con il valore economico che ciascuna nazione attribuisce al proprio commissario tecnico. Marc Wilmots, tecnico del Belgio capolista, è solo decimo per stipendio tra chi sarà in panchina durante Euro 2016: guadagna 750mila euro all’anno. Joachim Low è quarto (3,2 milioni) e Vicente del Bosque quinto (3 milioni). Il re dei paperoni è Roy Hodgson a 5 milioni; il secondo Antonio Conte: il tecnico salentino prende 4,6 milioni a stagione, in attesa di volare a Stamford Bridge dove guadagnerà qualche milione in più. L’unico che, ad oggi, sembra meritarsi un ingaggio milionario è Fatih Terim: la Turchia gli garantisce 3,5 milioni a stagione, chiude il podio dei più cari; ma per adesso fa sognare Ankara.