Wanda Atletico Madrid Ciudad Deportiva, i cinesi espandono il loro peso nel club spagnolo. Il gruppo Dalian Wanda, infatti, ha acquistato i diritti di naming del centro sportivo dei colchoneros.

L’azienda di Wang Jianlin attualmente possiede il 20% delle quote dell’Atletico Madrid, acquistate nell’aprile 2015 per circa 45 milioni di euro. Un investimento iniziale importante, a cui sono seguiti altri 15 milioni come contributo volontario da parte di Wanda finalizzato al potenziamento dell’Academia, e inserito nel conto economico della società.

Ora il gruppo cinese, da poco sponsor anche della Fifa, ha deciso di andare oltre, acquistando pure i diritti di naming della Ciudad Deportiva, il centro sportivo dell’Atleti, situato nella cittadina di Majadahonda, a 16 km dalla capitale.

Davanti ai campi di allenamento della squadra di Simeone ora campeggia la scritta “Wanda Atlético de Madrid Training Complex”, tradotto anche in cinese.

Wanda Atletico Madrid Ciudad Deportiva, la scritta davanti al centro sportivo
Wanda Atletico Madrid Ciudad Deportiva, la scritta davanti al centro sportivo

Il nuovo nome sarà anche utilizzato agli altri centri di formazione del club, mentre intanto la novità è stata “ufficializzata” anche dalla società, che utilizza la nuova denominazione per i campi dove si allena la prima squadra e che, inolte, ospita le gare della squadra femminile e di tutto il settore giovanile.

Le cifre dell’accordo non sono state ufficializzate, tuttavia potrebbero rientrare all’interno dei 15 milioni versati da Wanda nel bilancio dell’Atletico Madrid.

Wanda Atletico Madrid Ciudad Deportiva, come in Premier

I colchoneros, comunqe, sono i primi a cedere i diritti di naming delle proprie strutture di allenamento. In Inghilterra, ad esempio, il Manchester United ha ceduto ad Aon la possibilità di vedere il proprio nome nel centro sportivo dei Red Devils a Carrington fino al 2021 per una cifra vicina ai 17 milioni di sterline annui.

 

PrecedenteSport & Support, la Lazio e le Polisportive Europee promuovono l’attività sportiva
SuccessivoCalcio e social network, la Roma supera i 7 milioni di fan su Facebook